Quantcast
La situazione

Rosso o arancione, di che colore sarà il prossimo Natale ? Il Governo vara le chiusure

Scenario che prende corpo è quello di una zona rossa per tutta Italia, mini-lockdown per le festività di fine anno. Nuova chiusura in vista per i locali pubblici.

Una nuova stretta per Natale e Capodanno, nei festivi e prefestivi dal 23-24 dicembre all’Epifania, per tenere sotto controllo i contagi da Coronavirus e cercare di scongiurare una nuova ondata nei primi mesi del nuovo anno. È questa la strategia che il governo intende mettere in campo in questi giorni. Sulle modalità e sulle soluzioni con le quali promuoverla, dovrebbe essere un vertice tra il presidente del Consiglio e i capidelegazione della maggioranza, in corso in questi minuti, a delineare il quadro. Lo scenario che si sta delineando è quello di una zona rossa, ovvero un mini-lockdown di Natale. Anche i governatori leghisti (Zaia e Fedriga) chiedono all’esecutivo di adottare misure stringenti, un pò più cauto sarebbe il Governatore della Lombardia Fontana.

 

Nell’attesa del vertice tra Conte e i capidelegazione, il duo Boccia-Speranza ha incassato in mattinata un sostanziale via libera delle Regioni all’ipotesi di un’Italia tutta “zona rossa” fino alla fine delle festività. «Il Governo ha rassicurato sui ristori – ha spiegato il governatore del Veneto Zaia al termine dell’incontro con il ministro degli Affari regionali e quello della Salute -. Anzi, il ministro Boccia ha anche detto di aver sentito il ministro Gualtieri, e quindi eventuali misure nazionali sarebbe accompagnate da misure ristorative». L’incontro tra governo e Regioni ha dato il via libera anche al piano dei vaccini con la vaccinazione di massa che partirà nei primi giorni di gennaio.

 

Tra le ipotesi circolate nelle ultime ore, una più soft, sostenuta dal presidente del Consiglio (Conte ha parlato di «qualche ritocchino, qualche ulteriore misura aggiuntiva»), Italia Viva e M5s, che prevede una zona arancione su scala nazionale. L’alternativa, promossa dal fronte rigorista (del quale fanno parte i ministri Speranza e Boccia, e il capodelegazione del Pd Dario Franceschini) sarebbe una zona rossa. Se nella zona arancione i ristoranti e i bar restano chiusi per tutta la giornata ma i negozi rimangono aperti, in quella rossa rimane tutto chiuso (e serve l’autocertificazione per gli spostamenti). Sullo sfondo, l’indicazione fornita al termine di una riunione fiume dal Comitato tecnuco scientifico di inasprire le misure e aumentare i restringimenti.

 

leggi anche
zona gialla lombardia logo ufficiale e cartina su indicazioni
La novità
POCHE ORE E SIAMO IN ZONA GIALLA: ECCO LE NOVITA’ E LE RISPOSTE DI FERMI

 

 

commenta