Quantcast
La domenica sportiva

Riozzese in casa per crescere ancora, esami in trasferta per San Bernardo e Libertas

Le ragazze a Pontelambro, a Trento la truppa di Pancotto. In Abruzzo Battocchio con i suoi ragazzi.

Una domenica con tanti impegni agonistici per le nostre principali formazioni  sportive. Ad iniziare – in ordine temporale – dal calcio femminile (serie B). Le ragazze del presidente Verga giocano alle 14,30 a Pontelambro contro il Ravenna, sfida importante per poter continuare a crescere in classifica e restare in vetta alla graduatoria anche se ci sono molti incontri di recupero da disputare. Mister Pablo Wergifker presenta così la sfida odierna (che potrete seguire in diretta radio e Facebook su CiaoComo): “È un periodo molto intenso, con tante gara difficili, ma ormai abbiamo visto che nessuno in questo campionato ti regala nulla perché è un torno equilibrato. La classifica è bugiarda per via delle tante gare che alcune formazioni devono recuperare, ma proprio per questo gli scontri diretti diventano ancora più importanti – ha aggiunto il mister -. Avremmo potuto avere tre punti in più in classifica, ma non serve guardare indietro. Il Ravenna è una squadra che non si limita a distruggere l’azione avversaria, ma vuole giocare un bel calcio, pur difendendosi bene. Sarà una battaglia, ma per fare quello che ci ha chiesto il Presidente, dobbiamo cercare il risultato positivo tutte le settimane”.

 

Oggi in trasferta le due formazioni di Cantù. Ad iniziare dal Basket che, dopo due sconfitte di fila con Brindisi e in settimana a Cremona, va a Trento dall’ex coach Nicola Brienza. Qui la presentazion e del match che inizia alle ore 19.

 

https://www.facebook.com/pallcantu/videos/268070634655303

 

E dal basket al volley. La Libertas, dopo due settimane di stop per alcuni giocatori risultati positivi al Covid (per fortuna nessuno in condizioni serie), va ad affrontare la capolista Ortina sul suo campo. Coach Matteo Battocchio (video sopra) presenta così la sfida odierna, un test molto impegnativo su un terreno da sempre ostico.

 

commenta