Sole d’Oro 2020: tutti i premiati comaschi per il volontariato foto

Più informazioni su

Si è svolta oggi in modalità on line la tradizionale cerimonia del Sole d’Oro, benemerenza che il Csv Insubria consegna ogni anno ai volontari che si siano distinti per la promozione del dono e della solidarietà. La cerimonia, che di solito si svolge in primavera, quest’anno è stata spostata in autunno e si è scelta la data del 5 dicembre, Giornata Mondiale del Volontariato, per dare un significato ancora maggiore a questo appuntamento, che vuole essere un momento per portare all’attenzione di tutti il valore della solidarietà nelle comunità locali.

csv insubria premi sole d'oro

I premiati quest’anno sono stati 16, a fronte di oltre 40 segnalazioni arrivate da altrettante realtà di volontariato. Dieci premiati, 5 per ciascun territorio provinciale, sono volontari attivi in realtà locali nei più diversi ambiti; 4 premiati – due per provincia – appartengono alla categoria giovani (ragazzi di età compresa tra i 16 e i 25 anni); mentre due premi (uno per provincia) sono assegnati ad associazioni per specifiche progettualità. In particolare il premio alle associazioni era legato a progetti inerenti gli obiettivi di Agenda 2030 sulla sostenibilità.

“Vogliamo riconoscere il valore del volontariato davanti alla comunità – ha detto Luigi Colzani, presidente di Csv Insubriaper la sua straordinaria ricchezza che tutti i volontari portano in tanti ambiti della società. La presenza dei Sindaci dei Comuni del territorio per noi è anche un modo per rimarcare la sfida della costruzione di un nuovo modello di welfare che dovrà essere frutto di una convergenza di obiettivi con le pubbliche amministrazioni”.

I volontari che hanno ricevuto il premio rappresentano uno spaccato del volontariato oggi: dalla Protezione civile all’ambito del soccorso, passando da chi è impegnato nel supporto a malati, anziani, disabili e al fianco delle povertà, fino alla difesa dei diritti dei migranti e al dono del sangue. In tutti i casi le storie raccolte parlano di un grande impegno che non si è arrestato anche in questi mesi di pandemia, pur dovendo a volte prendere forme differenti e – in alcuni casi – richiedendo uno sforzo ancora maggiore per non far venire meno una presenza e un aiuto che in molti casi risulta insostituibile.

 

Ecco i nomi dei premiati con l’indicazione della associazione di appartenenza e le motivazioni che hanno portato al premio per la provincia di Como.

 

VOLONTARI

LUCIANA CARNEVALE OSSERVATORIO GIURIDICO PER I DIRITTI DEI MIGRANTI

COMO 

L’età raggiunta non le impedisce di essere sempre presente agli sportelli per affiancare i legali dell’Osservatorio Giuridico. La sua opera di raccolta dei dati e di verifica e contatto con le istituzioni è preziosa per lo svolgimento delle pratiche migratorie.

 

GABRIELE CERPONI VOLONTARI AMBIENTALISTI LOMBARDI PROTEZIONE CIVILE

INVERIGO 

Ottimo volontario, socio fondatore, vicepresidente, sempre presente e grande trascinatore dei giovani, sempre pronto a portare a termine gli incarichi che gli vengono affidati con serietà e impegno.

 

ELENA COLOMBO ASD BRIANTEA84

CARUGO 

Il numero di anni di impegno come volontaria sono lo specchio di una passione che non è mai venuta meno nel tempo, nel segno dell’altruismo, della dedizione verso i ragazzi e le loro famiglie, accompagnati letteralmente nel viaggio attraverso lo sport, ma soprattutto nella scoperta di sé in rapporto alla disabilità.

 

FLAVIO GRIGIONI AUSER LA NUOVA ETÀ

OLGIATE COMASCO

Da 21 anni si dedica alle attività di Auser. Ha reso questa associazione importante e riconosciuta sul territorio olgiatese con grande capacità di coinvolgimento di sempre nuovi volontari. È un punto di riferimento non solo per Auser ma per la collettività, grazie al suo impegno nell’associazione alpini e in altri contesti locali.

 

FULVIO MONTORFANO BANCO DI SOLIDARIETA’ COMO ODV

CANTÙ 

Ha portato la sua esperienza organizzativa, maturata nel mondo del lavoro, dentro al Banco, capendo che poteva essere un’esperienza interessante per la sua vita: “più uno dà, più uno riceve”. Struttura la gestione delle tonnellate di alimenti che si acquisiscono e che si devono distribuire, grazie a 290 volontari. In prima linea nella gestione dell’emergenza COVID ha riorganizzato tutta l’attività collaborando con i COC.

 

GIOVANI  

ASSOCIAZIONE LO SNODO – ERBA  

Fin dalla prima stesura del progetto Youthlab i giovani hanno partecipato attivamente nella programmazione e realizzazione delle iniziative e dello Spazio Stazione a Erba. L’Associazione costituita a giugno 2019 è diventata cogestore dello spazio che propone attività a favore della popolazione giovanile dei 26 comuni del distretto Erbese ed è membro del tavolo consortile delle politiche giovanili presso il Consorzio Erbese Servizi alla Persona.

 

CONSULTA GIOVANI DI LIPOMO

Il Gruppo si è fatto promotore di attività con grande impatto sul territorio sia di natura ambientale che sociale/aggregativo come la “raccolta dei desideri dei lipomesi” con lo scopo di realizzarli in dialogo con l’Amministrazione. Tra le altre si evidenzia: tinteggiatura edificio scolastico e oratorio, pulizia boschi e strade, progetti rivolti ai giovani. Durante l’emergenza sanitaria si sono contraddistinti per la dedizione e l’impegno a sostegno della cittadinanza ed in particolare delle categorie fragili con servizi anche a domicilio per assicurare i bisogni essenziali.

 

ASSOCIAZIONI

ASSOCIAZIONE I FRUTTI DELLE VIGNE – BRUNATE  

L’APS I frutti delle Vigne esprime tutte le potenzialità del condominio solidale di Brunate, unica realtà del territorio capace di aggregare una comunità di famiglie all’interno di una struttura sostenibile fornita di pannelli solari, riscaldata con legna donata, e dotata di serbatoi per la raccolta di acqua piovana utilizzata per irrigare i due orti presenti. Le famiglie che vivono in comunità adottano stili di vita sostenibili sia con l’autoproduzione alimentare che con il recupero di abiti di seconda mano e l’uso di auto e bici elettriche. L’APS è in prima linea anche nel promuovere la lotta alla povertà ed alle disuguaglianze sociali.

csv insubria premi sole d'oro

Nella premiazione on line si è vista un’unica grande piazza virtuale, dal comune di Maccagno sul lago maggiore ai confini con la Svizzera, fino al confine con la Brianza.  Durante la cerimonia, alla quale erano virtualmente presenti i sindaci dei Comuni di residenza dei premiati, sono state proiettate le video-interviste realizzate nei mesi scorsi nell’ambito di un progetto di Servizio Civile in corso presso la sede di Varese di Csv Insubria. Protagoniste le giovani Alice Bologna ed Emmanuela Brigaglia che hanno messo le loro competenze al servizio di questo progetto attraverso la video narrazione del volontariato.

 

 

 

 

 

 

 

Più informazioni su