Vaccini in ritardo, il presidente dei medici:”Chiediamo scusa, ma non dipende da noi…” foto segui la diretta

Gianluigi Spata oggi con noi. Chiarisce e spiega dopo aver ricevuto la nota da Ats Insubria. Molti pazienti in difficoltà.

Le scuse per i pazienti, molti dei quali anziani e “scombussolati” da questo ennesimo cambio. Il vaccino per evitare l’influenza in netto ritardo rispetto ai tempi previsti per la consegna. La nota ieri ai medici di base dopo aver ricevuto comunicazione da Ats Insubria. E così oggi è proprio Gianluigi Spata, il presidente dei medici di Como, ad intervenire in diretta Facebook questa mattina a CiaoComo per chiarire la posizione dell’Ordine professionale.

 

La preoccupazione è per non avere un numero di dosi sufficienti per tutti i pazienti che necessitano di questa vaccinazione. Sui tempi Spatra è stato chiaro e rassicuramente: anche a dicembre il vaccino può essere subito efficace ed ha una copertura di almeno tre/quattro mesi. Dunque dovrebbe salvaguardare le persone più fragili da possibili influenze, quanto mai inopportune in questo periodo storico con l’emergenza per il Covid.