I premi fairplay 2020 del Panathlon di Como: Cova, Borgonovo e Pallavolo Cabiate foto

Ufficializzate le scelte della Commissione presieduta da Roberta Zanoni. Le motivazioni: premiazioni rinviate al 2021.

l Panathlon di Como, pur nel difficile anno della pandemia e in un nuovo periodo di lockdown, ha
voluto lo stesso assegnare i Premi Fairplay 2020 che sarebbero stati consegnati, come sempre
accade, il terzo sabato di novembre, in concomitanza con la Giornata Internazionale del Fairplay. La
cerimonia, purtroppo, dato il periodo di restrizioni e divieti è stata rinviata a primavera 2021.
Lo stesso, però, l’apposita Commissione presieduta da Roberta Zanoni ha lavorato sul materiale e
sulle diverse segnalazioni giunte al club di Como ed è arrivata alla proclamazione per il 2020. Questi,
in sintesi, i premi.

– Premio Fairplay “Antonio Spallino” alla carriera ad Alberto Cova, il più grande mezzofondista
italiano, campione olimpico sui 10.000 metri a Los Angeles 1984, con all’attivo anche un titolo
mondiale (Helsinki 1983) e uno europeo (Atene 1982), sempre sui 10.000, in una carriera che l’ha
visto correre da protagonista e vincere ovunque. A fine carriera, intrapresa quella professionale e
politica, si è distinto in più circostanze per attività di solidarietà e aiuto ai bisognosi.

– Premio Fairplay “Gabriele Coduri de’ Cartosio” al gesto a Giovanni Borgonovo. Il giovane atleta
della Canottieri Cernobbio, dopo aver corso e vinto il Trofeo Villa d’Este 2019, si è reso protagonista
di un gesto di lealtà, coraggio e altruismo, nel pieno dei principi del fairplay, andando ad
“autodenunciarsi” alla giuria per aver saltato, per disattenzione, una boa. Squalificato, ha permesso
di vincere al secondo classificato.

Premio Fairplay “Filippo Saladanna” per la promozione all’Asd Pallavolo Cabiate, società capace
di darsi una carta etica per atleti, tecnici e dirigenti e famiglie, che rispecchia in toto i principi delle
Carte Etiche del Panathlon International. In un momento nel quale troppo spesso individualismi e
cattivi comportamenti contraddistinguono anche lo sport dilettantistico, darsi un codice di diritti e
doveri rappresenta il modo migliore per interpretare la pratica sportiva.

Menzione per la promozione ai baby calciatori dell’Aso Alzate Brianza che, senza remore e
abbattendo muri e campanilismi, hanno accettato di buon grado di ospitare per gli allenamenti i pari
età della vicina Ac Albavilla, che all’improvviso si erano ritrovati senza campi da gioco. Gesto che
merita di essere sottolineato ed evidenziato.

 

Tutta la soddisfazione del presidente Edoardo Ceriani:”Abbiamo una grande forza che ci permette di non fermarci mai. Pure stavolta la conferma. Grazie allo straordinario lavoro dell’apposita Commissione Fairplay, che non finirò mai di ringraziare, Roberta Zanoni e i suoi componenti sono riusciti a portare in fondo anche le assegnazioni di quest’anno disgraziato. Cova, Borgonovo, la Pallavolo Cabiate – insieme alla menzione per i pulcini dell’Aso Alzate – rappresentano, anche questa volta, scelte di altissimo profilo e che danno lustro al nostro club“.