Quantcast

Le rubriche di CiaoComo - Cookin' Music

COOKIN’ MUSIC #001

Più informazioni su

Musica nuova in cucina con i tre chef di COOKIN’ MUSIC: Cristiano Paspo Stella, il cantautore, Massimiliano Pini, il cuoco clandestino e Piergiorgio Ronchi, il beer sommelier, apparecchiano un menù in tre portate partendo da una canzone

#001 RICETTE: ricette è il primo brano dell’album Carta straccia di Alberto Radius, correva l’anno 1977, Alberto era al terzo album (da solista) sono passati un paio di anni dallo scioglimento dei Formula 3, e inizierà oltre a un percorso individuale una fortunata carriera si session man, nonché di produttore.
Guarda il video di Ricette

cookin music

Prendi il giorno appena sei sveglio,

lo soffriggi dentro una teglia,

poi lo inforni a fuoco ben alto,

al caldo.

 

Se nel pomeriggio sei strano,

fa’ coi sogni tuoi un involtino,

tienilo a portata di mano,

vicino.

 

Che scorpacciata!

Ma la ricetta è sbagliata…

 

E la sera quando sei solo,

mischia la tristezza col cielo,

di vaniglia mettine un velo,

un pelo.

 

Poi di notte brucia la rabbia,

è come aver nel letto la sabbia,

fatti una spremuta di nebbia,

in gabbia.

 

[rit.]

 

Un giorno tu hai aperto il cassetto,

da lì ti sorrideva un oggetto,

hai scelto di schiacciare il grilletto…

Perfetto!

Lunga bella e struggente, ci fa riflettere come in realtà la cucina di atto fondamentale della alimentazione possa anche diventare tanto rinfrancante quanto se mal fatta deprimente… e quindi approcciando le prime giornate uggiose una vellutata rinfrancante di broccoli e patate.

Iniziate con il tagliare tutto a piccoli pezzi in modo che cuociano velocemente – ricordate che una minore esposizione al calore come tempo di cottura presenza una maggiore integrità dei nutrienti, il decadimento infatti non è solo in relazione all’innalzamento della temperatura ma anche alla durata. ‘nsomma più stufature e meno lessature. Sbollentate i pezzi di broccolo in acqua acidulata, poi abbatteteli velocemente in acqua e ghiaccio. Riservatene una parte soprattutto le cimette. Stufate i piccoli pezzi di patata, regolate di sale e frullateli insieme ai pezzi di cavolfiore sbollentato, allungate per ottenere la giusta cremosità con poco latte di soia – che così diamo anche una spennellata vegan al piatto – aggiungete una grattata di zenzero che è un ottimo coadiuvante nei cambi di stagione.

Finite il piatto servito un una ciotolina con una dadolata di pane secco tostato all’aglio e un filo di olio evo – confort food garantito.

 

Abbinare cibo e birra non è sempre facile in particolare quando le verdure sono tendenzialmente delicate, in modo che i sapori si accompagnino senza coprirsi l’uno con l’altro.

Possiamo darci qualche regola: affiancare due sapori della stessa intensità in modo che nessuno dei due prevalga sull’altro (concordanza) oppure scegliere di staccare come per i vini (contrasto). Nel primo caso abbiniamo una Pilsner dalla schiuma (birra schiuma) fine e dal gusto leggero e fresco, oppure con una Weizen avendo la cura di sceglierne una con una frizzantezza decisa e un corpo dolce dal gusto pieno, magari con un finale di nota fruttata.

Più informazioni su