Premio Rosa Camuna, il riconoscimento all’Associazione “Il Mantello” di Mariano Comense

Martedì 17 novembre la cerimonia del Premio. Il presidente Fermi: “Il saper fare, l’agire concreto e la solidarietà i valori identificativi di questi volontari, così come di tutti i cittadini lombardi”

Ci sarà anche l’Associazione di volontariato Il Mantello” di Mariano Comense tra i 5 soggetti a cui sarà attribuito quest’anno il Premio Rosa Camuna. L’associazione comasca dal 1994 diffonde la cultura delle cure palliative in favore dei malati terminali, collaborando con l’ASST Lariana e l’ATS Insubria nel fornire aiuto e supporto alle rispettive famiglie prestando assistenza in hospice, day hospice e assistenza domiciliare. La candidatura è stata promossa dal Sindaco di Novedrate Serafino Grassi unitamente ad altri Sindaci del territorio.
La premiazione si terrà martedì 17 novembre a Palazzo Pirelli nell’Aula del Consiglio regionale prima dell’inizio della seduta consiliare: la cerimonia, presieduta dal Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi e dal Presidente della Giunta Attilio Fontana, si svolgerà da remoto causa le restrizioni imposte dalla diffusione del Covid 19 e sarà trasmessa in diretta streaming, purtroppo stavolta senza la presenza dei premiati.

premio rosa camuna 2020 al Mantello di Mariano

«La Lombardia celebra la festa del suo popolo, dei suoi cittadini e dei suoi Comuni, e anche se quest’anno lo fa da remoto e in modalità dimesse a causa delle restrizioni legate alla diffusione del Covid19, non è comunque da meno il significato e il valore di questa celebrazione e il riconoscimento che l’istituzione regionale vuole tributare ai propri cittadini – ha sottolineato il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi  Nel simbolo della Rosa Camuna ritroviamo infatti le radici più vere e profonde della comunità lombarda, che si identifica intorno ai valori del saper fare, dell’agire concreto e della solidarietà: questi sono da sempre i caratteri distintivi dei lombardi e ancora di più i cittadini lombardi li stanno dimostrando in questi difficili mesi. La Lombardia può e deve continuare a guardare al futuro con fiducia e ottimismo, consapevoli che il nostro tessuto sociale è sano e vitale, come ci testimoniano anche i premiati di quest’anno». 

Oltre all’Associazione “Il Mantello” di Mariano Comense, la Commissione di Giuria, presieduta dal Presidente Fermi, su proposta dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale ha convenuto unanimemente di assegnare il Premio Rosa Camuna anche alla memoria di Felice Gimondi, scomparso lo scorso anno e grandissimo campione di ciclismo. Bergamasco, ha conquistato 139 successi in carriera ed è stato uno degli unici sette corridori nella storia mondiale del ciclismo ad essersi aggiudicato tutti e tre i grandi Giri: il Giro d’Italia, il Tour de France e la Vuelta. Campione del mondo nel 1973 a Barcellona, ha vinto anche una Parigi-Roubaix, una Milano-Sanremo e due giri di Lombardia. Conclusa la carriera agonistica, è stato un brillante dirigente sportivo.
La Rosa Camuna è stata quindi attribuita alla Croce Bianca di Brescia, che quest’anno celebra i 130 anni di attività con oltre 800 volontari.
Infine si sono aggiudicati il Premio Rosa Camuna la varesina Adele Patrini, che ha dedicato la sua vita alla prevenzione del tumore al seno ricoprendo numerosi incarichi scientifici e accademici tra cui quelli all’interno di Europa Donna, della Scuola Italiana di Senologia e della LILT, e Carlo Sini, filosofo e accademico italiano residente a Milano, studioso del pragmatismo americano e della fenomenologia.

Un Premio Speciale è stato attribuito dal Presidente della Giunta regionale Attilio Fontana alla dottoressa Annalisa Malara, anestesista dell’ASST di Lodi che diagnosticò a Codogno il primo caso di Coronavirus in Italia: la Giuria ha inoltre deciso di attribuire anche 10 menzioni speciali.