Premio di Letteratura Città di Como: tutti i vincitori della VII edizione

Ideato e organizzato da Giorgio Albonico, il Premio Internazionale di Letteratura Città di Como ha riscosso crescenti consensi non solo in Italia ma anche all’estero. Nelle precedenti edizioni sono stati migliaia i partecipanti fra scrittori e artisti, con un successo crescente.

Il Premio Internazionale di Letteratura Città di Como è l’appuntamento con libri e autori, narrativa e poesia, saggistica e autobiografia, opere inedite e edite, reportage fotografici e video, che dal 2014 nella città di Plinio il Vecchio e Alessandro Volta promuove a più livelli l’interesse per la letteratura. E lo fa da sempre anche grazie a una proposta di eventi culturali pensati per favorire il turismo e la valorizzazione di un territorio meta di artisti internazionali dai tempi del “Grand Tour” fino ai divi di Hollywood come George Clooney.

Il Premio Internazionale di Letteratura Città di Como opera in ambito nazionale e internazionale ed è aperto agli scrittori professionisti ed esordienti, in prosa e in poesia, ai saggisti, ai divulgatori e a chiunque voglia cimentarsi in opere creative multimediali. Lo scrittore Andrea Vitali, tra i narratori più amati dal pubblico italiano, presiede anche quest’anno la giuria tecnica, di cui fanno parte come detto prestigiose personalità della letteratura, del giornalismo, della critica e della fotografia: basti citare Dacia Maraini, Edoardo Boncinelli, Giovanni Gastel.

Il premio è diviso in sezioni che vanno dalla narrativa edita a quella inedita, dal racconto ai testi autobiografici e multimediali, fino alla poesia. Insomma un’ampia scelta che offre molte opportunità per partecipare. All’indomani della nomina ufficiale dei vincitori, ecco l’elenco completo diviso in categorie:

Per la nuova sezione dedicata ai testi autobiografici, le vincitrici sono Maria Laura Caroniti e Michela Musante.

Per la sezione “Opera prima” il vincitore è Stefano Bottero.

Per la narrativa edita vincono: Gian Mario Villalta, Ilaria Bernardini, Giuseppe Manfridi, Eugenio Giudici, Gabriele Dadati, Stefano Elefanti, Vittoria Sangiorgio, Marzia Rei e Maurizio Mattiuzza.

Per la saggistica vincono Corrado Augias, Francesco Costa, Marco Mastrorilli con Raffaella Maniero, Annarita Briganti, Luca Ricolfi, Lorenzo Sganzini, Lamberto Vaghetti e   Mina Welby.

Per la sezione “Libri per bambini e ragazzi” vincono Alberto Pellai con Barbara Tamborini ed Elisa Sabatinelli con Iacopo Bruno.

Per la sezione multimediale vincono Agata De Nuccio, Associazione Coreutico Culturale Junior Ballet Lovere, Samuel Iuri con Gianluca Calligaris e Beatrice Manvati.

Per la sezione dedicata ai racconti vincono Mauro Franco e Gisella Broggini (tema “Lago”).

Per la narrativa inedita vince Daria De Pellegrini.

Per la poesia inedita vince Gabriel Lino Del Sarto.

Per la poesia edita vincono Giuseppe Conte, Marco Molinari e Alessandro Anil.

Per la sezione “Opera dal carcere” vince Alessandro Limaccio.

L’Associazione Eleutheria promotrice del concorso, ritenendo essenziale organizzare la cerimonia di premiazione in presenza, ha deciso di prorogare la consegna dei premi alla prossima primavera, presumibilmente in aprile, sperando in una nuova “rinascita”. Qualora in tale periodo non fosse ancora possibile organizzare eventi a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria, saranno inviati con bonifico i premi in denaro e per posta le targhe.

La graduatoria per i vincitori delle sezioni di narrativa edita, poesia edita e saggistica verrà stilata durante la cerimonia di premiazione. Se l’evento non potrà avere luogo in presenza, la graduatoria verrà comunicata prima dell’invio dei premi.

Il montepremi complessivo è di 20mila euro e l’elenco completo dei partecipanti è disponibile sul sito Internet del premio.  Un successo quello del premio che è frutto di un costante lavoro di squadra e di una giuria di altissima qualità di cui è entrato a far parte quest’anno il celebre matematico Piergiorgio Odifreddi.

Siamo entusiasti della fiducia che gli autori e le case editrici continuano ad accordare anno dopo anno alla nostra iniziativa culturale – dice il fondatore del Premio Internazionale di Letteratura Città di Como Giorgio Albonico – la cultura è stata messa a dura prova dall’emergenza sanitaria, e abbiamo voluto con questo carnet di nuove iniziative dare un messaggio costruttivo di speranza e ottimismo, pur consci delle difficoltà che il Coronavirus pone a chi organizza eventi. I risultati del concorso di quest’anno sono andati oltre le aspettative stabilendo un nuovo record, segno quindi che il premio ha un ruolo sempre più di primo piano nel panorama nazionale come punto di riferimento per chi scrive e soprattutto per autori meritevoli non ancora giunti alla ribalta, come è avvenuto per la giovanissima Margherita Nani, vincitrice della sezione dedicata alla prosa inedita nel 2018 con un romanzo poi edito da Brioschi che quest’anno è stato selezionato per il Premio Strega. Segnalare autori di valore è la nostra missione”.

Tutti gli aggiornamenti sul sito ufficiale

www.premiocittadicomo.it

Sabrina Sigon