Quantcast
Il grande colpaccio della Libertas Cantù a Lagonegro: c'è il primo successo stagionale - CiaoComo
Volley maschile a2

Il grande colpaccio della Libertas Cantù a Lagonegro: c’è il primo successo stagionale

Netto 0-3 per i brianzoli di Battocchio. Motzo ancora trascinatore, bene anche il muro.

CAVE DEL SOLE GEOMEDICAL LAGONEGRO 0
POOL LIBERTAS CANTU’ 3
(20-25, 23-25, 21-25)
CAVE DEL SOLE GEOMEDICAL LAGONEGRO: Fabroni 1, Tiurin 19, Mazzone 6, Armenante 5, Spadavecchia 9, Molinari 2, Santucci (L1), Bellucci, Russo, Battaglia 1, Maccarone 1. N.E.: Scuffia, Marretta (L2). All: D’Amico, 2° All: Di Maio (battute vincenti 3, battute sbagliate 5, muri 7).
POOL LIBERTAS CANTU’: Dzavoronok 5, Motzo 18, Bertoli 10, Mariano 16, Monguzzi 6, Mazza 6, Butti (L1). NE: Regattieri, Malvestiti, Galliani, Corti, Gianotti, Picchio (L2). All: Battocchio, 2° All: Abbiati (battute vincenti 3, battute sbagliate 15, muri 11).
Arbitri: Christian Palumbo (Cosenza) e Mariano Gasparro (Salerno)
Addetto al videocheck: Eustachio Pappietro
Prima trasferta e prima vittoria per il Pool Libertas Cantù (volley maschile A2) che torna dal Palasport Villa D’Agri di Marsicovetere con i primi 3 punti di questa stagione 2020-21 di Serie A2 Credem Banca battendo 3-0 i padroni di casa della Cave del Sole Geomedical Lagonegro. I canturini in ogni set soffrono la rimonta dei lucani, ma riescono a ricacciare indietro gli avversari in ogni occasione. Molto bene la prova a muro dei ragazzi di Coach Matteo Battocchio: oltre agli 11 messi a terra, anche molte palle toccate che hanno favorito la ricostruzione.
“Sono molto molto contento per i ragazzi – commenta coach Matteo Battocchio –, si meritano la vittoria perché stanno lavorando sodo da agosto e sono riusciti a creare un bel clima in palestra. Ci sono andate bene alcune situazioni, ma ce le siamo guadagnate. Abbiamo vinto soffrendo, ma siamo riusciti a resistere ai loro tentativi di rimonta, e questo dimostra tutto il carattere dei ragazzi: peccano un po’ in esperienza, ma compensano in entusiasmo. Sappiamo che questo è ‘solo’ un punto di partenza: stiamo crescendo piano piano, ma dobbiamo crescere ancora per poter affrontare al meglio questo campionato, che è molto difficile. Oltre che per i ragazzi, sono contento anche per Ambrogio (il Presidente Molteni, ndr) e tutto lo staff, che ha dovuto affrontare e risolvere molte difficoltà in questi mesi”.
commenta