Opera Lombardia: stasera “Werther” in diretta streaming da Brescia foto

Potrà sembrare secondario nel momento dramamtico che stiamo vivendo, ma l’impossibilità di andare a teatro è, per molte persone, motivo di sconforto. La rinuncia alla prima della Scala è stata una decisione molto sofferta e, in generale, dover stoppare la stagione iniziata in questo periodo è un sacrificio grande per tutti i teatri d’Italia. Il nostro Teatro Sociale ha fatto in tempo a presentare due opere liriche (la prima in forma solo concerto), poi il DPCM di fine ottobre ha chiuso il sipario fino al 3 dicembre.

Il detto popolare far di necessità virtù, insegna che bisogna cercare di trarre un qualche vantaggio da eventi che ci sono capitati e che, potendo scegliere, non avremmo voluto, perciò, nell’ambito della Stagione Opera 2020 del Circuito OperaLombardia – di cui il Teatro Sociale di Como è parte – verrà realizzata  per la prima volta il live streaming di una produzione d’opera. Venerdì 6 novembre in diretta dal Teatro Grande di Brescia verrà trasmesso Werther, il capolavoro in quattro atti composto da Jules Massenet. A partire dalle ore 15.00 del 6 novembre e fino alle ore 24.00 dell’8 novembre l’opera sarà visibile sul canale www.operalombardialive.it. Gli spettatori comaschi sono stati gli unici a vedere Werther dal vivo prima che i teatri chidessero.

I Teatri di OperaLombardia che hanno coprodotto l’allestimento (Teatro Grande di Brescia, Teatro Fraschini di Pavia, Teatro Sociale di Como e Teatro Ponchielli di Cremona) rispondono nello spazio digitale alla attuale situazione del settore teatrale dettata dalle ultime disposizioni normative in materia di contenimento del contagio. Seppur a porte chiuse, OperaLombardia vuole continuare a sostenere gli artisti e le maestranze dello spettacolo, oltre a mantenere forte e vivo il legame con il proprio pubblico anche attraverso i nuovi sistemi di comunicazione.

Il palinsesto pensato per questo progetto segue il calendario della tournée inizialmente prevista per la Stagione del Circuito: dopo il primo streaming del 6-8 novembre (date in cui l’opera avrebbe dovuto effettivamente essere proposta al pubblico di Brescia), sarà possibile rivedere Werther in streaming su www.operalombardialive.it anche dal 12 al 14 novembre (le date inizialmente previste per la messa in scena al Teatro Fraschini di Pavia) e dal 13 al 15 dicembre (nel caso in cui l’opera non possa andare in scena al Teatro Ponchielli di Cremona a seguito di un prolungamento delle restrizioni).

werther streaming

Werther, ispirato al romanzo “I dolori del giovane Werther” di Goethe, è tra le opere più amate di Jules Massenet. Nell’opera il compositore cerca di riproporre musicalmente il tratto più saliente del romanzo, ovvero le angosce del personaggio principale, paradigma di una sorta di esistenzialismo ante litteram. La partitura di Massenet è caratterizzata da un linguaggio sonoro morbido, il più vicino possibile alle inflessioni e alle sfumature della lingua parlata. Nella musica e nel libretto, che in parte “tradiscono” lo spirito del romanzo, ampio spazio è dato al personaggio di Charlotte, addolcendo così la profonda solitudine di Werther, caratterizzato da un profondo lirismo vocale che accentua il suo dilaniamento interiore.

Sul palcoscenico del Teatro Grande di Brescia si esibiranno i quattro finalisti della 71a edizione del Concorso As.li.co per Giovani Cantanti Lirici d’Europa: Gillen Munguía nel ruolo di Werther, Karina Demurova nel ruolo di Charlotte, Alberto Comes nel ruolo del Borgomastro (La Bailli) e Maria Rita Combattelli che interpreterà Sophie. Insieme a loro, Guido Dazzini (Albert), Nicola Di Filippo (Schmidt), Filippo Rotondo (Johann), Andrea Gervasoni (Brühlmann) e Luisa Bertoli (Kätchen). Il cast vede inoltre la partecipazione del Coro delle voci bianche del Teatro Sociale di Como diretto da Lidia Basterretxea.
L’allestimento porta la firma registica di Stefano Vizioli, mentre la direzione d’orchestra de I Pomeriggi Musicali è affidata al Maestro Francesco Pasqualetti. Le scene sono di Emanuele Sinisi, i costumi di Anna Maria Heinreich, le luci di Vincenzo Raponi, la parte visual a cura di Imaginarium.

Ricordiamo che l’attività del Circuito OperaLombardia è sostenuta dal MIBACT, da Regione Lombardia e da Fondazione Cariplo.

 

(ph. Alessia Santambrogio)