“I leoni di Sicilia”, re dei bestsellers in libreria, questa sera a Parolario

Più informazioni su

Questa sera alle ore 20.30 a Parolario, per la presentazione in streaming del suo libro “I Leoni di Sicilia– Casa Editrice Nord, avremo il piacere di vedere e ascoltare la scrittrice Stefania Auci.

Dopo la laurea in giurisprudenza, Stefania Auci ha iniziato a lavorare in uno studio legale prima di dedicarsi all’insegnamento; ma la passione per la scrittura, nata sin dai tempi dell’università, è continuata, portandola così alla pubblicazione del suo primo romanzo, Florence, nel 2015. Due anni dopo è seguito il saggio La cattiva scuola, scritto in collaborazione con Francesca Maccani.

Il successo è giunto con la pubblicazione de I leoni di Sicilia, dapprima venduto negli Stati Uniti d’America, in Germania, Francia, Paesi Bassi e Spagna e pubblicato in Italia il 6 maggio 2019 dall’Editrice Nord; romanzo che le è valso il Premio Nazionale Rhegium Julii nella categoria narrativa.

paroalrio 2020

Il romanzo racconta le vicende e i fasti della famiglia di origine calabrese dei Florio, una dinastia di armatori, imprenditori del vino, della conservazione del pesce, della ceramica, del turismo, protagonisti di un’epoca d’oro dello sviluppo economico della Sicilia. Amici di re e regine, protagonisti dell’alta società tra Ottocento e prima metà del Novecento, i membri di Casa Florio, erano tuttavia scomparsi dalla memoria collettiva. Ed ecco che Stefania Auci, in questo suo lavoro, racconta dell’ascesa sociale e della grandezza raggiunta dai Florio, in una narrazione che fa emergere poco alla volta le loro avventure umane intrecciate inestricabilmente con la storia tumultuosa vissuta dall’isola dall’epoca della Restaurazione post-napoleonica allo sbarco dei Mille di Garibaldi in Sicilia nel portentoso 1860, che vide l’Unificazione dell’Italia. Tema del libro non è solo la storia della famiglia, legata a un periodo storico molto importante del nostro paese, ma anche tutta una serie di vicende e rapporti famigliari che si innestano in un periodo di grandi cambiamenti.

Parlare dell’Italia di allora può aiutare a capire il paese in cui ci troviamo oggi, dove è ancora presente, anche se in modo diverso, il fenomeno dell’immigrazione. Parlare di una famiglia come quella dei Florio, inoltre, descrivere la sua ascesa, il culmine e la caduta, è un modo per descrivere la mobilità sociale, racconta la scrittrice in un’intervista. Un libro che trova il giusto mezzo per narrare del potere centrale dell’Italia di quel periodo, insieme alla storia economica e agli equilibri che erano alla base del “sistema famiglia” di un tempo.

 

Grazie alle recensioni entusiaste di vari scrittori, fra i quali Nadia Terranova, e al passaparola dei lettori, l’opera è divenuta fin da subito un best-seller con 7 edizioni nel primo mese, e continue ristampe nel 2020; da questo romanzo verrà realizzata una serie televisiva.

L’appuntamento con Stefania Auci è per questa sera ore 20.30 in streaming sulla pagina Facebook di Parolario, CiaoComo Radio e del quotidiano La Provincia di Como. Con l’autrice dialogherà la giornalista Sara Cerrato.

 

 

 

Più informazioni su