Parolario domenica 25: #pellegrinoartusi #circololettoricomo #concerto foto

Più informazioni su

    Parolario va avanti con coraggio, come da tema di questa edizione. La prima domenica inizierà a Villa Bernasconi con Domenico Dara e il suo nuovo romanzo “Malinverno”. La giornata proseguirà a Villa Olmo con la presentazione di CLIO, il circolo dei lettori di Como, da parte della presidente Maria Cristina Forgione. Mario Schiani presenterà “Quel dolce nome”, mentre Fabio Francione e Paolo Lopriore parleranno di food con la recente ripubblicazione dell’opera dell’Artusi “La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene”.

    Nel pomeriggio Pietro Berra accompagnerà il pubblico in una passeggiata letteraria dedicata ad Alda Merini e Gianni Rodari, inaugurando i nuovi cartelli poetici collocati lungo la mulattiera che dal 1817 collega Como con Brunate. Musica protagonista degli appuntamenti a Villa Bernasconi con Alberto Cima che presenterà il suo recente volume “Franz Joseph Haydn. Una guida all’ascolto” e Roberto Prosseda con Ludovica Rana che omaggeranno Mendelssohn con un concerto in collaborazione con Fondazione Società dei Concerti.

    Tutti gli incontri serali sono stati anticipati alle 20.30 così da permettere alle persone che parteciperanno di poter rientrare a casa entro l’orario delle 23. Tutti gli incontri da Villa Olmo saranno trasmessi in live streaming sul profilo facebook Parolario, quelli da Villa Bernasconi sul profilo facebook Villa Bernasconi

    Ecco nel dettaglio quello che avverrà domenica 25 ottobre.

     

    Alle 10.30 a Villa Bernasconi sarà protagonista Domenico Dara con “Malinverno” (Feltrinelli, 2020), in cui unisce il talento dei narratori orali a una scrittura sospesa nel tempo: un romanzo sui libri, sul potere delle storie, dell’immaginazione, dell’amore. Ci sono paesi in cui i libri sono nell’aria, le parole dei romanzi e delle poesie appartengono a tutti e i nomi dei nuovi nati suggeriscono sogni e promesse. Timpamara è un paese così da quando, tanti anni fa, vi si è installata la più antica cartiera della regione, a cui si è aggiunto poco dopo il maceratoio. E di Timpamara Astolfo Malinverno è il bibliotecario: oltre ai normali impegni del suo ruolo, di tanto in tanto passa dal macero per recuperare i libri che possono tornare in circolazione. Finché un giorno il messo comunale gli annuncia un nuovo impiego: il pomeriggio continuerà a occuparsi della biblioteca, ma la mattina sarà il guardiano del cimitero. Lettore dalla vivida immaginazione, Astolfo mescola le storie dei romanzi – per i quali inventa nuovi finali – con quelle dei compaesani, dei forestieri, dei lettori della biblioteca e dei visitatori del cimitero, dei vivi e degli estinti. A incuriosirlo è soprattutto una lapide senza nome e senza date: solo una fotografia, una donna dallo sguardo candido e franco, i capelli divisi in due bande liscissime e l’incarnato pallido. Per lui è da subito la sua Madame Bovary, la sua Emma. Attratto dal mistero racchiuso in quel volto, Astolfo si trova a seguire il filo che sembra dipanarsi dalla fotografia: tra i viottoli e le campagne di Timpamara, complice l’apparizione di una giovane sconosciuta nerovestita, prende forma a poco a poco una storia che mai Astolfo avrebbe saputo immaginare.
    Domenico Dara dialoga con Marco Gatti.
    Prenotazione obbligatoria: https://www.villabernasconi.eu/eventi/incontro-con-lautore-domenico-dara/

    Alle 11.30 a Villa Olmo, in occasione dei vent’anni di Parolario, Maria Cristina Forgione presenterà il “Circolo dei lettori di Como” che nasce sotto l’egida di Clio, musa della poesia e, per estensione della letteratura, ma anche ideale acronimo degli intendimenti del Circolo, che ha la sua finalità principale nella promozione della lettura: C per Circolo e CO per Como; L rimanda a Lettura, Lettori e Letteratura; I indica l’apertura dell’associazione all’internazionalità. Il Circolo dei Lettori di Como accoglie tutti coloro che leggono per piacere e per passione, che sentono l’esigenza di incontrarsi per confrontarsi sulla lettura, per leggere insieme, per dialogare con gli autori. È un laboratorio di idee per i lettori coinvolti in letture, lezioni, conferenze promosse e realizzate in collaborazione le altre realtà culturali. Inoltre, è particolarmente attento al mondo dell’infanzia e agli adolescenti, per i quali propone attività originali senza mai dimenticare tutti i lettori potenziali che, indipendentemente dall’età, restano sempre giovani lettori!
    Intervengono Maria Cristina Forgione (Presidente), Chiara Milani (Vicepresidente), Manuela Bianchini (Segretario) e Andrea Di Gregorio (Presidente del Comitato Scientifico).
    Prenotazione obbligatoria: https://www.eventbrite.it/e/124917917855

    Alle 14.30 presso la Biblioteca Comunale di Brunate sarà il ritrovo per la passeggiata “Lettere ai bambini. Sulle orme di Alda Merini e Gianni Rodari” con Pietro Berra. La passeggiata letteraria, con letture e narrazioni, inaugurerà i nuovi cartelli poetici collocati lungo la mulattiera che dal 1817 collega Como con Brunate e che dallo scorso anno è per metà intitolata ad Alda Merini. Nel centenario della nascita di Gianni Rodari, il percorso, così come la cartellonistica realizzata nell’ambito del progetto “Como futuribile”, intende omaggiare l’autore di Omegna e ricordare la costante e originale attenzione che ha avuto per il mondo dell’infanzia. Un’attenzione che, sebbene meno centrale nella sua opera, ha sempre contraddistinto anche Alda Merini. Non a caso sia Merini che Rodari hanno intitolato una loro poesia “Lettera ai bambini”.
    Conduce Pietro Berra.
    A cura di Sentiero dei Sogni e Comune di Brunate.
    Prenotazione obbligatoria: https://rodarimerini.eventbrite.it

    Alle 18.00 a Villa Olmo Mario Schiani presenterà il suo recente romanzo “Quel dolce nome” (Giovane Holden, 2020). Il protagonista della storia entra in ospedale per sottoporsi a un banale intervento chirurgico, ma qui farà i conti con il proprio passato. Inoltre non bastano le visite della moglie e l’affetto della figlia a proteggerlo dall’ostilità e dal biasimo che, durante il ricovero, gli manifestano medici, infermieri e persino i pazienti. Moglie e figlia non possono risparmiargli neppure la processione di visitatori che, certe notti in corsia, si accosta al suo capezzale. Sicuri di non temerne il giudizio, tutti gli affidano confessioni intime, risentimenti profondi, alibi di esistenze incomplete e infelici: le piccole e grandi illusioni che li aiutano a sopravvivere e a distaccarsi da complesse figure paterne. Un romanzo dove il presente si intreccia ai ricordi in una sequenza di immagini e profumi, nostalgie e rimorsi.
    Mario Schiani dialoga con Amanda Prada.
    Prenotazione obbligatoria: https://www.eventbrite.it/e/124918742321

    Alle 18.30 a Villa Bernasconi Alberto Cima, con “Franz Joseph Haydn. Una guida all’ascolto” (Zecchini Editore, 2020), volume che offre al pubblico italiano un’analisi critica dell’opera di Haydn con l’obiettivo di avvicinare uno dei compositori più importanti e significativi del panorama musicale anche ai “non musicisti”. La lunga attività di Franz Joseph Haydn ricopre la maggior parte del “periodo classico”, del quale è anima e simbolo, ma la sua grandezza non è pari alla fama e alla diffusione che meriterebbe. Il saggio presentato tratta della vita e delle opere del compositore austriaco con particolare attenzione all’importanza artistica e alla guida all’ascolto, in modo da creare un discorso snello e preciso. Si propone quindi di analizzare la sua complessa e vasta produzione. Vengono presentate non solo tutte le 107 Sinfonie, cercando di illuminarne i punti di forza individuali, e l’integrale delle Sonate per pianoforte oltre che tutti i pezzi pianistici (per la prima volta in Italia), ma anche composizioni, comprendenti tutti i generi, non sempre adeguatamente considerate: Quartetti per archi, Trii, Concerti, Teatro musicale, Oratori e Messe. Questo testo vuole introdurre chi ama la musica alla conoscenza, più approfondita possibile, di Haydn con un linguaggio accessibile a tutti, senza trascurare l’aspetto tecnico proprio dell’arte musicale.
    Alberto Cima dialoga con Enrica Ciccarelli.
    Prenotazione obbligatoria: https://www.villabernasconi.eu/eventi/incontro-con-lautore-alberto-cima/

    Alle 20.30 a Villa Olmo Fabio Francione presenterà “La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene” (La Nave di Teseo, 2020) di Pellegrino Artusi. Nato da oltre vent’anni di ricerche e viaggi di Pellegrino Artusi, a cura di Fabio Francione è il libro fondativo della cucina italiana. L’opera scritta e pubblicata dall’Artusi nel 1891, da allora fonte di ispirazione per tutti i cuochi, sia provetti chef che principianti assoluti. Scritto con un linguaggio semplice e basato sull’intuizione che i piatti vadano raccontati, il grande successo del libro l’ha fatto diventare l’insuperato metro di paragone per le opere di cucina successive. Con le sue dissertazioni, le proposte di menù, le appendici e gli spunti linguistici oltre che culinari, Artusi ha scritto un libro che si legge con lo stesso piacere con cui si cena tra amici. Un’opera che è molto di più di un semplice libro di ricette e che ha influenzato gli italiani e la loro cultura ben oltre la cucina.
    Fabio Francione riceverà il Premio Jarro 2020 per l’importante lavoro di promozione e divulgazione dell’opera dell’Artusi, che può essere considerata il libro fondativo della cucina italiana, scritta da un grande maestro in occasione del bicentenario della sua nascita.
    Prenotazione obbligatoria: https://www.eventbrite.it/e/124919111425

    Alle 21.00 a Villa Bernasconi la violoncellista Ludovica Rana e il pianista Roberto Prosseda offriranno al pubblico un programma dedicato alla raffinatezza, all’equilibrio e alla gioiosità del primo romanticismo tedesco di Mendelssohn. Felix Mendelsshon ne è stato esponente indiscusso e eterno. Il talento di Ludovica Rana, artista in residenza della Fondazione La Società dei Concerti, violoncellista duttile ed appassionata, unito all’esperienza di Roberto Prosseda restituiscono un programma ricercato, che è anche l’occasione per parlare di musica e letteratura e disquisire con Prosseda di interpretazione pianistica.
    PROGRAMMA
    F. Mendelssohn Lied ohne Worte op. 109
    F. Mendelssohn Sonata Op.58 n.2 in Re maggiore
    Dopo il concerto, Roberto Prosseda presenterà due volumi. Il primo, “Il pianoforte” (Edizioni Curci, 2003), scritto da Prosseda con una prefazione di Ennio Morricone, fa una descrizione delle personalità dei grandi compositori, offrendo al lettore una guida all’ascolto delle loro opere pianistiche più importanti ed eseguite nelle sale da concerto. I grandi capolavori che, nel corso dei secoli, hanno reso immortale la storia della musica e del pianoforte.  Un racconto appassionante, ricco di notizie, aneddoti, curiosità, per scoprire tutti i segreti degli 88 tasti.
    Il secondo, “Amata e Lontana” (Editore XY.IT, 2020) a cura di Alessandro Maria Carnelli, raccoglie 14 saggi su compositori di lingua tedesca, tra i quali uno sul lirismo nella musica di Mendelssohn scritto da Prosseda.
    In collaborazione con Fondazione Società dei Concerti. A pagamento (€10).
    Prenotazione obbligatoria: https://www.soconcerti.it/calendario-stagione-2020-2021/2020/10/25

    parolario 2020

    Charity Partner

    Charity Partner di Parolario quest’anno sarà COMOCUORE ONLUS, nata nel 1985 con lo scopo di promuovere iniziative di informazione e prevenzione volte a ridurre la mortalità per malattia coronarica nella nostra città e nel territorio circostante. L’associazione svolge la sua attività nel campo dell’educazione sanitaria e della ricerca epidemiologica per l’identificazione degli individui a rischio coronarico elevato, suggerisce e promuove l’organizzazione di interventi di pronto soccorso cardiologico in collaborazione con le strutture pubbliche cittadine. Ogni attività è garantita e supervisionata dal comitato scientifico dell’associazione, formato da personalità del campo medico e amministrativo.

    Card Amici di Parolario

    Durante Parolario – ma anche prima e dopo presso le librerie Feltrinelli e Plinio il Vecchio di Como – sarà possibile sottoscrivere la Card Amici di Parolario 2020/2021: un modo per contribuire a tenere in vita non solo il festival ma anche le altre iniziative che si spera di organizzare durante il 2021. La Card potrà essere anche un regalo utile da fare ad un amico o a un famigliare: infatti sono state ampliate le tipologie e il numero delle convenzioni. I possessori della Card avranno dunque la possibilità di usufruire di diverse interessanti e nuove convenzioni che vengono costantemente aggiornate sul sito www.parolario.it.

     

    Info utili

    A causa delle restrizioni anti-covid 19 tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria tramite i link sul sito www.parolario.it
    Tutti gli appuntamenti in programma a Villa Olmo saranno trasmessi in live streaming sulla pagina Facebook di Parolario (@parolario)

    Grazie alla collaborazione con Fiera del Libro di Como, tutti i libri presentati durante il Festival saranno in vendita presso i librai presenti a Villa Olmo.

     

    Due i punti ristoro disponibili per il pubblico di Parolario:

    • a Villa Olmo (Como) Il Tennis (prenotazione obbligatoria T.+39 347 470 0908. Per consultare il menu ilristorantedeltennis.it)
    • a Villa Bernasconi (Cernobbio) Spazio Anagramma a cura di Contrada degli Artigiani.

    Per informazioni

    Segreteria organizzativa: tel. +39.031.301037 – info@parolario.it 

    Sito internet (con il programma completo della manifestazione, gli aggiornamenti e i link per le iscrizioni ai singoli appuntamenti): www.parolario.it

    Facebook: facebook.com/Parolario

    Instagram: @Parolario

     

    Parolario è realizzato dall’Associazione Culturale Parolario

    Sotto gli auspici del Centro per il Libro e la Lettura (Cepell)

    Soggetto di rilevanza regionale: Regione Lombardia

    Con il patrocinio e il contributo di: Comune di Como, Camera di Commercio Como – Lecco.

    Con il patrocinio e il sostegno di: Fondazione Cariplo, Confcooperative Insubria, Confindustria Como, Fondazione Alessandro Volta.

    Con il contributo di: Bellavite, Enerxenia, Tessabit, BCC Brianza e Laghi, BCC Cassa Rurale e Artigiana di Cantù, Banca Generali Private.

    Con il contributo tecnico di: Aboca Edizioni, Clerici Auto, Compos Center, Lario Hotels, Picone Pianoforti, TVM, Valverde, Unipol Sai.

    Con la collaborazione di: Comune di Brunate, Città di Cernobbio, Museo di Villa Bernasconi, Amadeus Arte, Fondazione La Società dei Concerti, Teatro Sociale di Como As.Li.Co.

    E con la collaborazione di: Albergo Firenze, Associazione Bottega Volante, Associazione Culturale Caracol, Associazione Villa del Grumello, Associazione Sentiero dei Sogni, CLIO Circolo dei Lettori di Como, DISAT dell’Università dell’Insubria, NEL Fare Arte Nel Nostro Tempo, Passeggiate Creative, PiazzaParola, Premio Internazionale di Letteratura Alda Merini, Società Ortofloricola Comense.

    Un ringraziamento particolare all’arch. Corrado Tagliabue.

    Media partner: La Provincia, L’Ordine, Ciaocomo Radio, Vivere.

    Charity Partner: COMOCUORE ONLUS.

     

     

     

     

    Più informazioni su