Fellini e gli altri, i monologhi celebri dei film in teatro

Più informazioni su

    Il primo appuntamento teatrale della Stagione 2020-2021 del Carducci è dedicato a Federico Fellini, una figura che ci manca per il talento e per il suo sterminato, onnivoro metodo di libertà, di anarchia per davvero creativa.
    SABATO 24 ottobre ore 20,30 nel Salone Musa dell’Associazione Carducci in viale Cavallotti 7 a Como, lo spettacolo  “DONDOLII di PASSIONI…vagabondi palpiti del cuore” è un “dondolio” tra Cinema e Teatro. Un ricordo-omaggio a Federico Fellini a 100 anni dalla nascita e al cinema in generale da lui tanto amato, che ha costellato la sua vita di preziose immagini reali e oniriche. A 100 anni dalla nascita di Fellini è grande la gratitudibe per aver cinematograficamente esportato, la nostra fantasia italiana ancora assetata e frastornata di archetipi, cullata di attese sognanti ma anche da una pigrizia atavica e da un forte moralismo.

    Introduzione e presentazione del regista Fellini “sognatore visionario “a cura di Andrea Giordano, giornalista, critico cinematografico, tra i fondatori e responsabili della selezione del Lake Como film Nights. Monologhi tratti da grandi film, interpretati da attori del Corso di recitazione 2019- 2020 del Carducci

    Dustin Battistini da “Il pianista sull’oceano” di Giuseppe Tornatore e da “L’attimo fuggente” di Peter Weir
    Paola Ferrari da “La mia Africa” di Sydney Pollack
    Sara Biondi da  “La strada” di Federico Fellini
    Miri Ronchetti darà la voce a Holly “A colazione da Tiffany” di Blake Edwards

    Ognuno di questi registi ha avuto in comune con Federico Fellini, la passione per la vita del cinema. Essi ci insegnano molto e in una società come la nostra, nulla ha più significato se non le sensazioni che noi susciteremo agli altri. Le sensazioni rimangono, così come le suggestioni che creeranno gli attori, la scena, la musica, la passione.
    Ho desiderato dare un monologo “adatto” a ogni mio allievo per far vivere loro in modo molto preciso, uno di quei personaggi che hanno dentro e che io ho visto, in loro. In questa sequenza di scene, non c’è inizio, non c’è fine. C’è solo l’infinita passione per la vita, per il sentire dove “Nulla si sa, tutto si immagina.” ha detto Miriana Ronchetti che dirige il corso

    Testi, regia, Miriana Ronchetti – Ideazione scenica, Pietro Introzzi Siti web, Ilaria Leone Grafica, Laura Catelli
    Info: Biglietti € 5 per soci, € 10 per non soci con prenotazione obbligatoria al numero telefonico della segreteria 031.267365

    Evento organizzato da
    Associazione Giosuè Carducci – Como, www.associazionecarducci.it
    in collaborazione con Associazione artistica teatro orizzonti inclinati www.teatroarte.it

    In ottemperanza alle norme anti-Covid 19 si raccomanda di indossare la mascherina, di igienizzare le mani e di mantenere le giuste distanze.

    Più informazioni su