Premio Internazionale di Letteratura Città di Como verso la finale della VII edizione. Intervista a Giorgio Albonico

Siamo entusiasti della fiducia che gli autori e le case editrici continuano ad accordare anno dopo anno alla nostra iniziativa culturale – dice il fondatore del Premio Internazionale di Letteratura Città di Como Giorgio Albonico – la cultura è stata messa a dura prova dall’emergenza sanitaria, e abbiamo voluto con questo carnet di nuove iniziative dare un messaggio costruttivo di speranza e ottimismo, pur consci delle difficoltà che il Coronavirus pone a chi organizza eventi. I risultati del concorso di quest’anno sono andati oltre le aspettative stabilendo un nuovo record, segno quindi che il premio ha un ruolo sempre più di primo piano nel panorama nazionale come punto di riferimento per chi scrive e soprattutto per autori meritevoli non ancora giunti alla ribalta, come è avvenuto per la giovanissima Margherita Nani, vincitrice della sezione dedicata alla prosa inedita nel 2018 con un romanzo poi edito da Brioschi che quest’anno è stato selezionato per il Premio Strega. Segnalare autori di valore è la nostra missione”.

giorgio albonico

Il Premio Internazionale di Letteratura Città di Como è l’appuntamento con libri e autori, narrativa e poesia, saggistica e autobiografia, opere inedite e edite, reportage fotografici e video, che dal 2014 promuove a più livelli l’interesse per la letteratura.

E lo fa da sempre anche grazie a una proposta di eventi culturali pensati per favorire il turismo e la valorizzazione del territorio, meta di elezione di artisti internazionali dai tempi del “Grand Tour” fino ai divi di oggi di Hollywood.

Il Premio Internazionale di Letteratura Città di Como opera in ambito nazionale e internazionale ed è aperto agli scrittori professionisti ed esordienti, in prosa e in poesia, ai saggisti, ai divulgatori e a chiunque voglia cimentarsi in opere creative multimediali.

Anche quest’anno la giuria tecnica è presieduta dallo scrittore Andrea Vitali, uno tra i narratori più amati dal pubblico italiano, giuria di cui fanno parte prestigiose personalità della letteratura, del giornalismo, della critica e della fotografia: basti citare Dacia MarainiEdoardo BoncinelliGiovanni Gastel.

Ideato e organizzato da Giorgio Albonico, il Premio Internazionale di Letteratura Città di Como ha riscosso crescenti consensi non solo in Italia ma anche all’estero. Nelle precedenti edizioni sono stati migliaia i partecipanti fra scrittori e artisti, con un successo crescente. 

LE SEZIONI

Il Premio si articola in più sezioni: Poesia (dedicata alla poetessa Alda Merini), Narrativa (dedicata allo scrittore Giuseppe Pontiggia), Saggistica e una Sezione Multimediale che prevede proposte di testi, musica, immagini, videopoesie e booktrailer.

La VII edizione quest’anno si arricchisce di una nuova sezione dedicata alla scrittura autobiografica, dedicata a una narrazione in prosa in cui l’autore rievochi i fatti o i periodi importanti nel proprio percorso di vita.

Come ti dicevo, fra tutte le sezioni, l’opera prima è quella che valorizza un premio perché scrittori non conosciuti possono accedere al premio – dice Giorgio Albonico nel corso dell’intervista – quest’anno abbiamo introdotto l’autobiografia perché credo che, come genere, funzioni sotto l’aspetto catartico, nel senso che la gente ha bisogno anche di parlare di sé, ed è una sezione che ha funzionato molto bene”.

I PREMI

Agli autori più meritevoli, oltre ai premi in denaro, che ammontano complessivamente a 20mila euro, l’organizzazione del premio potrà assegnare dei soggiorni premio in rinomati alberghi del territorio lariano come il resort Mandarin Oriental Lago di Como di Blevio, il Grand Hotel Imperiale di Moltrasio e il Palace di Como. L’elenco completo delle strutture alberghiere è sul sito del premio. Il testo inedito in prosa che risulterà vincitore – sia esso romanzo o raccolta di racconti, per adulti o per bambini o ragazzi – verrà inoltre pubblicato dall’Editore Francesco Brioschi di Milano.

I finalisti sono già stati individuati, e anche i vincitori – continua Albonico – e verranno ufficializzati in questi giorni. Spiace per coloro che non entrano; purtroppo il premio non può arrivare a tutti, è nella logica stessa del premio fare una selezione. La qualità dei libri che sono arrivati, anche negli anni passati ma quest’anno forse un po’ di più, è stata alta. Però, per me, tutti i libri sono validi perché arrivano da qualcosa che è dentro di noi, e quindi tutto ciò che viene scritto va rispettato”.

La Cerimonia di Premiazione si svolgerà il l’8 novembre e nei prossimi giorni sapremo quale sarà la location scelta, anche in base alle restrizioni sanitarie che il periodo impone. Cosa certa è che si tratterà di un giorno di festa, per dare valore all’impegno sia dei partecipanti sia di chi ha lavorato in questi mesi per valutare e selezionare tutte le opere.

Questa grande partecipazione al premio ci dà la forza per continuare a elaborare nuove edizioni e gli eventi collaterali che organizziamo, come le crociere letterarie. Proprio qualche giorno fa siamo andati a Palazzo Gallio di Gravedona con lo scrittore Andrea Vitali; una bella partecipazione, che ha visto anche la presenza dell’Orchestra di Bellagio con le musiche del grande Maestro Ennio Morricone”.

Tutti gli aggiornamenti sul sito ufficiale

www.premiocittadicomo.it

Sabrina Sigon