Canone suolo pubblico, Angelo Basilico lancia un appello ai sindaci

Il direttore di Confesercenti ha chiesto, a 148 Comuni della provincia di Como, l'esenzione dal pagamento del Canone di occupazione del suolo pubblico per le attività commerciali fino al 31 Dicembre 2020

Il direttore della Confesercenti Provinciale di Como, Angelo Basilico, ha scritto oggi, giovedì 15 ottobre, ai Sindaci dei 148 Comuni della provincia di Como per rammentare che il Governo ha previsto per le attività commerciali l’esenzione fino al 15 Ottobre dal pagamento del Canone di occupazione del suolo pubblico e per chiedere alle amministrazioni di prendere in considerazione l’estensione dell’esenzione fino al 31 Dicembre 2020.

Confesercenti canone suolo pubblico

«L’amministrazione di Tremezzina e il sindaco Mauro Guerra hanno previsto l’estensione al 31 Dicembre 2020 dell’esenzione dal pagamento del Canone di occupazione del suolo pubblico per le attività commerciali. Una misura di buon senso – ha afferma Basilico – che pensiamo possa essere replicata anche dalle altre 147 amministrazioni della provincia di Como in un momento di grave emergenza internazionale dove è necessario fare tutti la nostra parte per sostenere le imprese ed evitare chiusure e licenziamenti che innescano diseconomie. Tremezzina ha previsto anche la riduzione della Tari e dei canoni di affitto per locali comunali ad uso commerciale: altre due misure che le altre amministrazioni potrebbero prendere in considerazione per dare sollievo alle imprese».

canone suolo pubblico

Un esempio virtuoso arriva dalla città di Reggio Calabria, dove l’esenzione del pagamento del canone di occupazione del suolo pubblico sarà effettivamente estesa fino alla fine dell’anno. A darne notizia, in questi giorni, é stato lo stesso sindaco Giuseppe Falcomatà, che nelle scorse settimane aveva recepito la richiesta di tanti commercianti reggini e dei loro rappresentanti di categoria affinché la misura di esenzione, attivata subito dopo la riapertura dal lock down e molto apprezzata durante il periodo estivo, fosse prorogata oltre la sua scadenza. «È una battaglia che possiamo considerare vinta – ha spiegato il primo cittadino commentando il provvedimento – in queste settimane ci siamo battuti a livello nazionale, anche attraverso Anci, per ottenere questo risultato. Oggi finalmente possiamo affermare che l’occupazione del suolo pubblico sarà gratuita fino a fine anno consentendo ai commercianti reggini, che in questi mesi estivi hanno allestito gazebo e dehors, di continuare a utilizzare gli spazi esterni lavorando più in sicurezza, senza ulteriori riduzioni del proprio fatturato».