Como, infastidiscono i passanti in piazza Duomo: quattro fogli di via del Questore foto

I protagonisti sono tutti italiani con numerosi precedenti alle spalle. La ricostruzione dei fatti.

Nel pomeriggio di ieri personale delle Volanti della Questura, nel transitare in piazza Duomo a Como notava quattro persone che infastidivano con insistenza i passanti proponendo il dono di oggetti in cambio di un’offerta economica. I quattro venivano sottoposti a controllo di Polizia ed accompagnati presso gli uffici della Questura per ulteriori e più approfonditi accertamenti. I medesimi, tutti cittadini italiani, residenti nelle provincie di Bergamo, Milano e Latina venivano identificati per:

–              D.D.C.F. classe 2000,  con precedenti plurimi per ricettazione, furto e porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere, nonché violazioni amministrative in materia di prevenzione del virus Covid 19;

–              S.S., classe 1993, con precedenti plurimi per resistenza a .P.U., evasione, rapina, stupefacenti, minacce oltraggio,  lesioni personali, furto, maltrattamenti in famiglia, rissa e numerosissime violazioni amministrative;

–              D.M. classe 1997, con precedenti plurimi per resistenza a p.u., ricettazione, truffa, oltraggio a p.u., rapina, favoreggiamento e furto;

–              M.M., classe 1988, con precedenti per lesioni personali, molestie, minacce, furto, stupefacenti.

 

In considerazione del comportamento molesto tenuto, dei loro precedenti di polizia e giudiziari, e del fatto che già in altre occasioni erano stati destinatari di provvedimenti di allontanamento da parte di altre autorità di Polizia per episodi analoghi, nonché della circostanza che la presenza sul territorio potesse costituire il pretesto per il compimento di reati contro il patrimonio, il Questore di Como ha emesso, nei confronti di tutti e quattro, il provvedimento del foglio di via obbligatorio con divieto di fare rientro nel comune di Como per un periodo di 1 anno, ed obbligo di presentarsi all’autorità di Polizia del luogo di residenza. Il provvedimento è stato notificato nell’mmediatezza ed i 4 nella serata lasciavano il territorio di Como.