Associazione Incontri di Cantù, il “grazie” di Palazzo Pirelli

I volontari dell’Associazione Incontri Mensa di Solidarietà di Cantù ricevuti ieri dal Presidente Alessandro Fermi e dal Consigliere Angelo Orsenigo

I volontari dell’Associazione Incontri Mensa di Solidarietà di Cantù sono stati ricevuti ieri pomeriggio, martedì 6 ottobre, a Palazzo Pirelli dal Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi e dal Consigliere regionale comasco Angelo Orsenigo, che hanno voluto testimoniare loro la gratitudine dell’istituzione regionale per l’impegno profuso al servizio dei più bisognosi. Un servizio che di anno in anno coinvolge un numero di volontari sempre maggiore, garantendo a centinaia di persone bisognose e indigenti dell’area del canturino un pasto caldo giornaliero.

«La sobrietà, la semplicità e la grande disponibilità e gratuità con cui operano i volontari dell’associazione sono di esempio per tutti –hanno sottolineato Fermi e Orsenigo – Da 18 anni mantengono in vita senza interruzione un servizio indispensabile e di grande importanza, che ha il merito non solo di sfamare persone bisognose, ma di assicurare loro quell’affetto e quel calore umano di cui ogni individuo ha bisogno, facendo comprendere e donando con la loro umanità a ciascuna delle persone che si rivolgono alla mensa il profondo valore e significato della dignità della vita quotidiana».

Volontari Associazione Incontri Cantù ricevuti a Palazzo Pirelli

A guidare il gruppo dei volontari di Associazione Incontri, che nell’occasione hanno anche visitato Palazzo Pirelli e lo Spazio Belvedere, erano presenti il Presidente Carlo Garbagnati e la Vice Presidente Maura Benzoni: con loro Enzo Zanatta, Silvio Palazzo, Ecclesio Terraneo, Silvana Fabris, Antonio Meroni, Franca Noseda, Angelo Corti, Anna Leoncini, Andrea Degano, Giovanna Ballabio, Paolo Castelli, Laura Castelli, Luigi Corbetta, Fabrizio Brenna, Alessandra Terraneo e Luca Riboldi.

L’iniziativa ha preso il via nel 2002, quando un gruppo di persone, raccogliendo la richiesta di realtà già presenti sul territorio e operanti nel sociale, ha iniziato la distribuzione di un pasto caldo per tutti coloro che ne avevano necessità. Il primo pasto è stato servito il 4 ottobre in alcuni locali messi a disposizione dalla Parrocchia di Fecchio. In questa sede l’associazione ha distribuito pasti per circa un anno, fino a quando la Parrocchia di San Paolo ha concesso in comodato l’utilizzo di alcuni locali in via Cimarosa a Cantù che, risistemati con l’aiuto di imprese e artigiani canturini che hanno prestato gratuitamente la loro opera, costituiscono tuttora il luogo di in cui si svolge l’attività giornaliera di distribuzione pasti. L’impegno profuso dai volontari garantisce l’erogazione del servizio tutte le sere dell’anno dalle 19 alle 20.

I volontari coinvolti nell’attività svolgono diversi compiti in relazione alle loro capacità e disponibilità, dal cucinare al servire ai tavoli, dal pulire la struttura all’occuparsi della raccolta viveri. Da tempo alcuni esercizi commerciali di generi alimentari sostengono in modo significativo l’attività della mensa donando gratuitamente generi alimentari utili alla preparazione dei pasti o altri generi necessari alla distribuzione (come piatti, stoviglie monouso, bicchieri e tovaglioli di carta).