9 – 11 ottobre il Festival Europa in Versi

Europa in versi, Festival internazionale di Poesia organizzato dalla Casa della Poesia di Como, torna per il decimo anno in un’edizione online, dal 9 all’11 ottobre, con la presenza di poeti di rilevanza nazionale e internazionale.

Il tema di questa edizione  è “La Poesia e la Libertà”, intesa in tutte le sue possibili declinazioni e sfaccettature, dalla libertà di esprimere, attraverso la parola poetica, sentimenti, emozioni, idee che appartengono a tutti gli uomini, senza distinzione di cultura, religione, genere, fino alla libertà di muoversi in un mondo senza barriere e confini, nel rispetto reciproco delle proprie identità culturali. Un tema particolarmente significativo in questo periodo, dove in gran parte del mondo le persone hanno avvertito il disagio di vivere con forti limitazioni alla libertà personale a causa della Pandemia da COVID 19. Proprio la restrizione nella libertà di spostamenti ha costretto gli organizzatori a dirottare in rete la manifestazione che ha il suo punto di forza nei grandi ospiti internazionali. Chissà se anche la mascherina che da presidio di sicurezza si è trasformato, per molti, in uno stumento dittatoriale, entrerà nei versi e nei discorsi di questo festival anomalo.

La decima edizione del Festival Europa in Versi promuoverà, tramite una serie di piattaforme web, gli incontri con i poeti per celebrare la parola poetica insieme a un pubblico affezionato. Protagonista di questa edizione sarà anche il nostro territorio, in particolare il lago che verrà omaggiato tramite una serie di poesie che poeti delle più disparate nazionalità gli hanno dedicato.

Si potrà accedere ai video delle letture poetiche, delle presentazioni e delle premiazioni del Premio letterario Europa in Versi  sul sito europainversi.org sulla pagina Facebook Europa in Versi e sul canale Youtube La casa della poesia di Como. Questo il programma dei tre giorni di festival

VENERDÌ 9 OTTOBRE 2020
Il Festival sarà introdotto da personaggi illustri della cultura italiana, tra cui il critico letterario e giornalista del Corriere della Sera Roberto Galaverni, il poeta Milo De Angelis, una delle voci più significative della poesia italiana contemporanea conosciuto anche a livello internazionale, e il professor Luciano Monti, docente di Politiche dell’UE alla LUISS sede di Roma. Successivamente ci saranno le video letture di 15 poeti che hanno dedicato delle poesie alla nostra città e al nostro lago mettendo in versi la sua bellezza. Le poesie dei poeti stranieri saranno sottotitolate in italiano e sul nostro sito si potranno trovare tutte le biografie per chi fosse interessato a conoscere in modo più approfondito i vari autori.

SABATO 10 OTTOBRE 2020
Dopo una breve introduzione ci saranno le video letture di 34 poeti internazionali, voci della poesia mondiale che rappresenteranno il proprio paese e reciteranno dei versi dedicati al senso della bellezza e della libertà. Partendo dall’Estremo Oriente, in un viaggio ideale sulle ali della poesia, attraverseremo il Medio Oriente, l’Europa fino a giungere alla Americhe. Anche per questi poeti i video saranno sottotitolati in italiano e sul sito si potranno trovare tutte le biografie per chi fosse interessato a conoscere in modo più approfondito i vari autori.

DOMENICA 11 OTTOBRE 2020
Il Festival si aprirà con il video dei finalisti e dei vincitori della quinta edizione del Premio Internazionale di Poesia e Narrativa Europa in versi, un Premio che è andato crescendo sia per i nuovi talenti scoperti, sia per la qualità dei testi. Il nostro Premio infatti ha voluto distinguersi per dare visibilità a talenti non conosciuti della poesia e della narrativa, soprattutto tra i giovani.

Come ogni anno parteciperanno i giovani: sia con  video realizzati dagli studenti dell’Università dell’Insubria, che leggeranno poesie dedicate al lago e alla città di Como scritte appositamente dai poeti che hanno partecipato durante le scorse edizioni o parteciperanno quest’anno  al Festival. Durante le video letture scorreranno delle immagini del nostro lago e della nostra città in un carosello di suoni e di significati dal respiro internazionale.

Poi seguiranno  video realizzati dagli studenti dell’Istituto Orsoline San Carlo che hanno tradotto alcuni dei poeti partecipanti al Festival in varie lingue e leggeranno i vari testi sempre alternandoli ad immagini del nostro territorio e un video dei ragazzi dell’Istituto ENAIP che hanno prodotto delle video letture di poesie  sul periodo di isolamento durante la pandemia di COVID-19 e sulla resilienza, in tema con il titolo dato al Festival.

Infine seguirà il racconto del nostro territorio, realizzato dall’Associazione Sentiero dei Sogni, che si rifà ai viaggi realizzati nei secoli XVIII e XIX da personaggi importanti della letteratura, il cosiddetto Grand Tour, toccando i luoghi che questi scrittori, poeti e musicisti hanno visitato sul nostro lago. In particolare, si  ripercorrerà la stessa rotta compiuta dal grande romantico inglese due secoli fa con la moglie Mary Shelley. I due rimasero così colpiti dal lago di Como da inserirlo in ben quattro opere (lei nella seconda edizione di “Frankenstein”, ne “L’ultimo uomo” e in “A zonzo per la Germania e l’Italia”, lui in “Rosalind e Helen”).

Per informazioni:
La Casa della Poesia di Como
www.europainversi.org