Scuole e nidi nel caos per i positivi in aumento:”Ma ora il test rapido per gli studenti” foto segui la diretta

Annuncio di Alessandro Fermi nella linea diretta di oggi. Tanti anche gli altri spunti: dai cantieri ai treni, trasporto pubblico e sanità-

Il numero di scuole dove ci sono studenti positivi cresce di giorno in giorno. Dal Liceo Giovio di Camerlata – dove si è verificato il proimo caso in provincia – passando per le elementari di via Montelungo (una insegnante è risultata contagiata), poi le elementari di via Brambilla a Como ed ancora il nido di via Giussani. Nelle ultime ore anche le elementari di Lurate Caccivio ed un nido a Senna Comasco. Situazuione difficile che si sta diffondendo a macchi d’olio sul territorio. Tra preoccupazione dei genitori e la difficile convivenza (spesso) con situazioni delicate. Anche di questo oggi abbiamo parlato nella linea diretta con il presidente del consiglio regionale Alessandro Fermi: da lui anche una soluzione già approvata dal Comitato tecnico scientifico, presto in attuazione (sdi spera) anche da noi. ILO test rapido per glin studenti di una classe con un positivo.

 

Ma il presidente, sollecitato dagli ascoltatori, non ha nascosto le critiche e le preplessità per quello che è avvenuto ieri a Como: un cantiere, non annunciato, che ha messo in crisi per tutto il giorno la viabilità cittadina. “Situazione inacettabile“. E poi ha parlato anche dei tempi di attesa dei passaggi a livello:”Vediamo cosa succede in questi giorni. Se non si risolve nulla si dovrà far sentire la voce anche picchiando i pugni sui tavoli degli enti coinvolti”.