San Bernardo Cantù, una partenza in salita a Bologna:”Carichi per una grande sfida” foto

Il vice Gandini e poi Pancotto. I due tecnici presentano la sfida di domenica sera.

Antivigilia di Virtus Bologna-Cantù, prima giornata del campionato di Serie A UnipolSai 2020-’21. I canturini, allenati da coach Cesare Pancotto, si preparano al debutto stagionale in LBA, facendo visita a una delle squadre più blasonate dell’intera lega, ossia la Segafredo. Da noi, oggi pomeriggio, il vice-allenatore Marco Gandini che ha anticipato il suo coach Pancotto:”Carichi e pronti anche se con un’avversaria blasonata. Ma più è alto il valore degli avversari, meglio è per noi. Nessun timore, finalmente si gioca e pronti”

 

Di seguito le parole del tecnico dell’Acqua S.Bernardo, per il secondo anno consecutivo sulla panchina biancoblù: «Un inizio porta sempre entusiasmo, curiosità, adrenalina e sicuramente anche adattamento. D’altra parte, però, inizia anche un campionato anomalo, con incognite legate al covid e al pubblico, che significa mancanza di emozioni dirette su ciò che accade in mezzo al campo. Prevedo una competizione dura, competitiva e affascinante: dell’anno scorso sono rimasti campioni del calibro di Rodriguez e Teodosic, cui si sono aggiunti Hines e Datome, solo per citarne alcuni. Questo permetterà al nostro campionato di alzare ulteriormente il livello».

 

https://www.facebook.com/watch/?v=333028964698678&extid=dTf5GZxvvLD59mxW

 

 

OBIETTIVI

«Il primo: conquistare la permanenza in Serie A. Il secondo: lavorare sul concetto di “canturinità”, ossia avere la cultura del lavoro, ricercando impegno e qualità del gioco, cosa che, anche in questo caso, lo scorso anno siamo riusciti a fare nel modo migliore. Il terzo obiettivo, invece, sarà far diventare adulti i nostri giovani. Il quarto: essere un ponte con la società. Il quinto e ultimo obiettivo: creare delle emozioni dirette, per chi sarà presente sugli spalti, e indirette, invece, per chi dovrà emozionarsi attraverso canali televisivi o radiofonici. Rappresentiamo un popolo, quello canturino, molto legato alla squadra».

 

VIRTUS BOLOGNA

«Non parto dall’idea che sarà una partita difficile, anche perché non ci è concesso scegliere chi affrontare. Meglio prepararsi a essere pronti per ogni evenienza. Bologna era in testa alla classifica prima dello stop per il covid ed è stata una delle finaliste della recente Supercoppa. Potevano contare su un organico già di per sé molto forte, mi riferisco a quello dello scorso anno, adesso, però, sono cresciuti ulteriormente. L’idea di affrontare un coach come Djordjevic, infine, che è stato un grande campione come giocatore, è sempre motivo di piacere».

 

CONCLUSIONI FINALI

«Dopo ogni partita dobbiamo avere la consapevolezza di conquistare autostima, fiducia e certezza. Una volta stabilita la rotta su cui viaggiare, durante la stagione non si devono verificare turbolenze o sobbalzi. Il nostro percorso deve essere chiaro, portato avanti con durezza mentale, crescendo in difesa e a rimbalzo, limitando il più possibile anche le palle perse» ha concluso Pancotto.

 

Virtus e Acqua S.Bernardo Cantù si affronteranno domenica 27 settembre alla Segafredo Arena di Bologna, palla a due alle ore 19:00.

 

LE ALTRE DUE GARE IN CHIARO SULLA RAI PER CANTU’

 

Lega Società di Pallacanestro Serie A ha diramato, nella giornata odierna, la programmazione televisiva dei turni di campionato numero due e tre. Dopo il debutto stagionale in LBA in casa della Virtus Bologna, in programma domenica 27 settembre, l’Acqua S.Bernardo ospiterà a Desio la VL Pesaro domenica 4 ottobre, con palla a due alle ore 20:45. Il posticipo della seconda giornata sarà trasmesso in chiaro su Rai Sport, oltre che alla consueta diretta streaming su Eurosport Player.

 

Il terzo turno, invece, vedrà i biancoblù di scena all’Enerxenia Arena di Masnago per il derby con la Pallacanestro Varese, in campo alle ore 20:45 di domenica 11 ottobre. Anche in questo caso la partita sarà in diretta sia su Rai Sport sia su Eurosport Player.