Un grosso rischio caos ai passaggi a livello di Como: attese più lughe da oggi foto segui la diretta

Irremovibile l'Agenzia nazionale sicurezza ferrovie. Il dettaglio degli aumenti. Nelle ore di punta un incubo....

Ci siamo. Purtroppo viene da aggiungere. Ci hanno provato i parlamentari comaschi (Braga e Currò in particolare), i rappresenti della Regione tra cui il presidente del consiglio regionale Fermi e l’assessore ai trasporto Terzi. E poi anche il sindaco Mario Landriscina, in missione a Roma nei giorni scorsi per perorare la causa. Niente da fare. Nessuno è riuscito a smuovere dalla decisione di allungare i tempi di chiusura dei passaggi a livello di Como l’Agenzia nazionale sicurezza ferrovie.

 

Da domani, dunque, l’attesa alle sbarre è destinata ad aumentare in modo importante. Questo il dettaglio che è stato comunicato.

 

Im piazza del Popolo/piazza Verdi si passerà dai 59 secondi attuali ai 2 minuti e 30 secondi.

  • in via Bertinelli e viale Lecco da 59 secondi a 2 minuti e 45 secondi
  • a Sant’Orsola da 1 minuto e 1 secondo a 2 minuti e 15 secondi.

 

Preoccupazione dell’amministrazione comunale, certto, ma non solo. I disagi potrebbero avere ripercussioni serie sulla circolazione del girone, in particolare nelle ore di punta della giornata. La prolungata chiusura a Sant’Orsola è quella destinata a creare i maggiori disagi per il traffico. Soluzioni cercasi anche se è difficile ipotizzare qualcosa di concreto se non – al momento – armarsi di pazienza. Le code rischiano di diventare una cosa quotidiana e ripetuta.