SCRITTURE DI LAGO, ecco i nomi dei finalisti. Grande successo per la edizione del concorso

Più informazioni su

C’è Bellagio ne “La regola del lupo” di Franco Vanni e il lago di Garda nel romazo di Camilla Baresani, mentre si va sul Ceresio, lato svizzero, con Andrea Fazioli e il suo “Gli svizzeri muoiono felici”. Libri di lago, letteratura di lago, proprio quello che si prefissava il comitato organizzatore del Premio letterario “Scritture di Lago” lanciando, lo scorso aprile, la prima edizione del concorso in cui l’acqua dolce vuole essere ambientazione e, perchè no, protagonista, di ogni genere di storie. Dal giallo al noir, dal sentimentale allo storico passando per il fantasy, c’è di tutto nei numerosissimi elaborati visionati dal comitato di lettura che ha designato i finalisti nelle due sezioni, romanzi editi e racconti inediti, del premio letterario presieduto da Alberto Longatti.

Questi i finalisti:

EDITI
Gelosia” di Camilla Baresani edito La Nave di Teseo; “Gli svizzeri muoiono felici” di Andrea Fazioli edito Guanda, “La casa delle farfalle” di Silvia Montemurro edito Rizzoli; “Voci nella nebbia” A.E. Pavani edito Mondadori, “La regola del lupo” di Franco Vanni edito Baldini Castoldi.

INEDITI
Ritorno al lago” di Maria Elisabetta Ancarani (Fusignano – Ravenna); “L’isola degli illusi” di Davide Bacchilega (Lugo – Ravenna); “I ponti azzurri” di Giuseppe Battarino (Como – Roma); “Un omicidio impreciso” di Curio Bernasconi (Lugano Pregassona); “La sirena” di Angela Borghi (Buguggiate); “Omicidio al confine” di Dario Campione e Gianluca Pedrazzini (Como); “Il chepì del musicante” di Ivan Sergio Castellani (Monza); “L’incarico” di Ennio Codini (Villasanta); “Il vendicatore lessicale del lago di Varese” di Fiorenzo Comelli (Albizzate); “Echi dal tempo” Orfeo Conato (Melzo); “Ol bröt” di  Alessandro Cuppini (Bergamo); “Riva di Lago” di Barbara Girardi (Chieri); “La Visita” di Luigi Guicciardi (Modena);  “Strange fruit” di Alessandro Marchetti Guasparini (Castelnuovo di Garfagnana);  “La scelta” di Stefano Mazzesi (Ravenna); “La Guardiana” di Damiano Meloni (Jesi – Ancona);  Bella.Gio di Tomasz Perczyński (Cernobbio); “La ladra d’acqua” di Alberto Pizzi (Casale Corte Cerro); “Il lago del sole” di Patrizia Rota (Luino); “Le sorelle” di Gloriana Venturini (Milano).

Ora compito della giuria è decretare i vincitori di questo concorso letterario che vuole stimolare le attività culturali ed economiche nei territori di lago promuovendoli attraverso la scrittura.  «Siamo molto contenti del risultato ottenuto dalla prima edizione di questo premio – dice Guido Stancanelli presidente di Lario In, associazione promotrice del Concorso – Non ci attendevamo una risposta così numerosa, sono giunte opere da tutta Italia, dalla Svizzera Italiana, da Germania e Francia. Questo significa che l’intuizione è stata felice, i laghi continuano ad affascinare e c’è molta voglia da parte di chi scrive di farne ambientazione delle proprie storie. Un ringraziamento speciale va fatto doverosamente al Comitato di lettura, che si è impegnato nell’analisi di circa 200 opere, con una dedizione lodevole. Ora la parola passa alla giuria.»

scritture di lago

Le opere pervenute si dividono in racconti inediti e romanzi pubblicati dal 1 gennaio 2018 al 30 aprile 2020, tutti ambientati sui laghi italiani: uno sforzo in più è stato chiesto per i racconti, che dovevano essere ambientati sui laghi prealpini.  Grande soddisfazione per la qualità dei testi proposti e del prestigio delle case editrici che hanno candidato i propri volumi.  I vincitori per le due sezioni in concorso verranno premiati durante una cerimonia che si svolgerà sabato 28 novembre nella Sala Bianca del Teatro Sociale di Como, con la presenza della Giuria e degli autori selezionati e vincitori.

 

Scritture di Lago è patrocinato dalla Comunità di Lavoro Regio Insubrica, Provincia di Como, Provincia di Varese, Comune di Varese, Città di Como, Camera di Commercio di Como e Lecco, Camera di Commercio di Varese, Camera di Commercio del
Verbano, Cusio Ossola, Confindustria Como, Confcommercio Como, FAI Lombardia e dall’associazione culturale La Gente di Lago fondata dallo chef Marco Sacco.

Scritture di Lago ha un duplice obiettivo: da un lato, incentivare la scrittura e la lettura e, dall’altro, promuovere il turismo nelle zone lacustri, favorendo la conoscenza del ricco patrimonio ambientale e culturale che connota tali località compiendo un’operazione di marketing territoriale.

PRESIDENTE DEL PREMIO: Alberto Longatti

COMITATO ORGANIZZATORE: Lario In, Banca Generali Private, Emporio delle Parole, Ambretta Sampietro, Guido Stancanelli, Paolo Annoni, Viviana Dalla Pria, Luca Pellegatta

GIURIA EDITI: Severino Colombo, Chiara Milani, Silvia Paparazzo, Glauco Peverelli, Sergio Roic

GIURIA INEDITI: Paola Calvetti, Carmen Giorgetti Cima, Mauro Morellini, Paola Pioppi, Grazia Rivolta

 

Più informazioni su