Como, tante società senza palestre: rischiano di fermarsi ad ottobre, pressing di Galli

L'assessore allo sport:"Ho convocato tutti, qualche segnale positivo c'è. A breve una soluzione, lavoro per questo"

Non bastassero i problemi legati alla piscina di Muggiò – sempre chiusa – e dello stadio Sinigaglia – con concessione ancora da definire nel dettaglio e firmare – ecco un’altra grana mica da ridere per chi fa sport a Como. Decine di società del territorio (di varie discipline) rischiano di fermarsi a breve per l’impossibilità di utilizzare le palestre delle varie scuole. Finora – grazie anche al bel tempo ed a soluzioni a volte di fortuna – molti club si sono arrangiati con sedute all’esterno. Ma arrivando ottobre ed un clima differente, ecco che le preoccupazioni aumentano e di molto. Decine le squadre che hanno sollecitato anche la nostra redazione a chiedere spiegazioni. Dapprima al presidente del consiglio regionale Fermi, poi all’assessore allo sport di Como Marco Galli. Anche se – come spiega lui nel video allegato – la decisione finale spetta proprio ai dirigenti scolastici in epoca post-Covid. Con timori e dubbi legati ad una situazione molto complicata.

assessore marco galli comune di como palestre chiuse per post covid