La “Festa delle Api” sarà “… in volo”: 12 eventi diffusi sul territorio

La dodicesima edizione della “Festa delle Api” si farà, ma sarà “… in volo. Infatti, vista l’emergenza sanitaria per il Coronavirus, non ci sarà un’unica, grande, manifestazione, ma ben 12 eventi diffusi, organizzati presso gli apicoltori e le aziende agricole del territorio, nei seguenti comuni: Erba, Como, Albese con Cassano, Asso, Castelmarte, Lasnigo, Montevecchia, Pasturo.

La “Festa delle Api … in volo” è organizzata dal Circolo Ambiente “Ilaria Alpi”, in collaborazione con il Gruppo Apicoltori Alta Brianza.

Ogni evento sarà a numero chiuso, con obbligo di prenotazione. Ci saranno momenti di approfondimento e di divertimento per adulti e bambini: visite agli alveari, laboratori e animazioni per bambini, degustazioni e vendita di mieli, mercato dei prodotti bio e molto altro ancora.

A settembre gli organizzatori renderanno noto il programma dettagliato di ogni evento e i recapiti per la prenotazione. Ogni evento sarà organizzato, a cura dei singoli produttori, nel rispetto delle norme sanitarie anti Covid-19.

Dichiarano i responsabili del Circolo Ambiente “Ilaria Alpi”: “Visto il prolungarsi dell’allarme sanitario, abbiamo voluto evitare il rischio di assembramento, che avremmo avuto con una manifestazione concentrata in un unico sito. Pertanto abbiamo pensato – in collaborazione con gli apicoltori e i produttori agricoli – a più eventi, a numero chiuso e con obbligo di prenotazione. Non mancherà però lo spirito della Festa, che è quello di far conoscere il meraviglioso mondo delle api, insetti indispensabili per l’impollinazione ma, purtroppo, minacciati dall’inquinamento, dall’uso di pesticidi e dalla cementificazione”.

Altre informazioni e aggiornamenti si possono trovare sul sito www.festadelleapi.it