RoadJob per giovani dai 18 ai 29 anni: orientamento e formazione gratuiti con reali opportunità di lavoro

Più informazioni su

    40 posti disponibili per 8 settimane di orientamento e formazione gratuiti che aprono le porte a concrete opportunità di lavoro in una delle 18 aziende del network RoadJob, nei territori di Como, Lecco e Monza-Brianza. Sono aperte le candidature, fino al 17 settembre, per l’Academy 2020 completamente gratuita per i giovani partecipanti in partenza il prossimo 23 settembre. Alla conclusione, per i 28 diplomati con valutazione migliore, concrete prospettive di lavoro in diversi settori, dal biomedicale al siderurgico, dall’elettronica alla meccanica. Il network, aperto all’adesione di sempre nuovi aziende e territori, vede come obiettivo prioritario facilitare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, grazie ad un’esperienza di orientamento e formazione concreta e avanzata. Ragazze e ragazzi interessati, fra i 18 e i 29 anni, possono candidarsi attraverso il form dedicato su https://academy.roadjob.it/

    Le difficoltà in questo periodo sono state e sono tante, gravi e senza dubbio maggiori per aziende, come la nostra, del comparto metalmeccanico, legato a doppio filo al mercato dell’automobile. Ma le abbiamo affrontate con decisione, consapevoli che, come per ogni crisi, ci sono anche opportunità da cogliere.” Commenta Mauro Califano, HR Director RodacciaiParlo di cambiamenti profondi, che investiranno ogni singola azienda e l’intero sistema. Vanno riconsiderate attività, modelli relazionali, possibili modifiche organizzative, magari a lungo rimandate. Il che potrebbe anche essere una bella piattaforma di lancio. Un esempio più che concreto sono i ‘sistemi di aziende’, senza dubbio un aspetto su cui investire. Se c’è una cosa che questa crisi ci sta insegnando è che solo in rete la collettività può riuscire ad affrontare gravi difficoltà. Allo stesso modo le aziende, mettendosi assieme, possono fare cose ottimali, dal punto di vista economico e sociale. Ci si deve confrontare sul territorio e con il territorio, di cui siamo parte concreta e vitale, agendo con rapidità. RoadJob lo testimonia. Il Network è una sorta di booster, un sistema che agevola e genera azioni propulsive, anche per le piccole e medie imprese, che da sole non possono avere il peso che hanno in rete, attivando un circolo virtuoso che è reso possibile, solo se si riesce a fare massa critica, educando costantemente e condividendo la nostra adattibilità al nuovo. L’edizione RJA 2020 è la conferma di una filosofia ineccepibile: mettere a fattore comune per ottenere ognuno ottimi risultati”.

    Generico settembre 2020

    Mi è stato proposto di andare in Austria e in Svizzera, ma voglio più che mai rimanere in Italia.” commenta Stefano Croci, CEO di Téchne “Anche prima del lockdown ho dato massima priorità al supporto e al completamento delle commesse verso l’estero, perché credo sia strategico mantenere competitività a livello internazionale. Non possiamo rischiare che il far East, cui abbiamo insegnato tanto, soppianti ciò che di speciale è rimasto in Italia ed Europa, per competenza e qualità. Le nostre aziende sono riconosciute come i luoghi del fare, quelli in cui vengono escogitate soluzioni, vere e proprie fucine di creatività. Un esempio concreto? Non amo il termine di operai, per gli addetti della nostra azienda e del nostro settore 4.0. Vedo meglio usare ‘professionisti della meccanica’ che hanno ampi margini di autonomia, nella gestione di lavorazioni complesse e di macchinari all’avanguardia. In questo senso il singolo operatore ha competenze che possiamo definire ingegneristiche. Dobbiamo oggi e per il futuro evitare che le commesse si spostino all’estero. Abbiamo il saper fare, occorre risvegliare una capacità imprenditoriale e un’etica lavorativa nuova, con il sostegno di istituzioni e politica, in primo luogo per una burocrazia e una fiscalità più leggere. È necessario conferire maggiore autonomia ai rappresentanti di categoria, creare consorzi e legami tra i vari territori e anche fra imprese, come ben testimoniato nei fatti da RoadJob.

    “RoadJob Academy è nata per essere continuativa e in costante evoluzione. In questo 2020 così complicato non era scontato ripartire. E invece siamo pronti a valutare le candidature dei ragazzi. Nel nostro territorio – che pure tanto ha sofferto dell’emergenza Covid – ci sono molte realtà che hanno continuato a crescere e sono alla ricerca di giovani motivati da inserire in azienda. Non abbiamo mai cessato di crederci e guardiamo al futuro, forti del nostro Network che ha dato ottima prova di sé, continuando sempre a progettare e a lavorare con entusiasmo.” è il commento di Primo Mauri, Presidente Associazione RoadJob. “Le imprese possono dare segnali positivi e concreti, anche in un momento oggettivamente critico, come quello attuale. Lavorando insieme, facendo squadra su obiettivi comuni, possiamo costruire il futuro. Desideriamo crescere ancora, grazie all’adesione di nuove aziende, e instaurare un dialogo sempre più attivo anche con le istituzioni, per creare nei fatti lavoro qualificato per i nostri giovani e valore condiviso per i nostri territori”.

    L’edizione 2020 è frutto del lavoro del Comitato scientifico che ha avuto un ruolo anche nel definire le figure di riferimento per i tre percorsi professionalizzanti previsti: tecnici specializzati con competenze specifiche di PRODUZIONE MECCANICA, in particolare di conduzione di impianti e macchinari industriali; MANUTENZIONE, per garantire l’efficienza di macchinari e impianti; PRODUZIONE ELETTRONICA, per la realizzazione e il collaudo di sistemi elettrici ed elettronici. Programma e figure professionali sono stati definiti ascoltando le reali esigenze delle imprese, contattate sulla base di una survey mirata, curata dal Comitato Scientifico. Le giovani risorse selezionate seguiranno un percorso mirato, formativo e professionalizzante, durante il quale frequenteranno le aule, i laboratori e le aziende. Particolare attenzione è stata dedicata alla definizione e al rispetto delle norme di prevenzione e all’introduzione di protocolli di sicurezza di massima cautela. È stato fra l’altro siglato un accordo di prevenzione sanitaria con la struttura ospedaliera ‘Fatebenefratelli’ di Erba (Co), per l’attivazione dei test di monitoraggio Covid-19’ per i partecipanti.
    Al termine dell’iter accademico, le aziende partner offrono ai giovani che concludano il percorso formativo la possibilità di mettere in pratica quanto appreso nel percorso. Se l’esperienza risulta positiva, per 28 giovani tecnici diplomati con le migliori valutazioni, le aziende sono aperte a una concreta possibilità di inserimento in organico, con contratti ad hoc.

    ROADJOBACADEMY I NUMERI
    -70 formatori, fra coach e tutor dedicati a individuare e valorizzare propensioni, attitudini, capacità e qualità, trasformandole in un concreto percorso professionale nell’industria
    -2.000 ore di formazione; 2 settimane di orientamento; 6 di formazione specifica distribuite in 3 percorsi professionalizzanti e 20 visite in azienda

    ROADJOBACADEMY I CONTENUTI
    Al centro dei tre percorsi professionalizzanti:
    *PRODUZIONE MECCANICA, per condurre macchinari e impianti è il percorso formativo che offre conoscenze e pratiche dedicati all’apprendimento del know how per la conduzione di impianti e macchinari industriali. Il percorso avvia i giovani alle professioni di attrezzista e operatore di macchine automatiche e semiautomatiche.
    *MANUTENZIONE, per garantire l’efficienza di macchinari e impianti è il percorso dedicato a manutenzione meccanica ed elettrica, progettazione e disegno meccanico, automazione industriale. Sono solo alcune delle competenze al centro di questo percorso, necessarie ai professionisti che mantengono l’efficienza degli asset produttivi.
    *PRODUZIONE ELETTRONICA, saper realizzare e collaudare impianti elettrici ed elettronici è il percorso qualificante pensato per il conseguimento delle giuste competenze tecniche – attraverso simulazioni teoriche e pratiche di saldatura e l’utilizzo di strumenti specifici, quali un CAD elettrico – per la formazione del ruolo di operatore elettronico.

    ROADJOB: LE 18 IMPRESE ADERENTI AL NETWORK, AD OGGI: Dai S.p.A (Tavernerio-CO); Softer S.r.l (Cernobbio-CO); Téchne (Erba-CO); Tecnologie d’Impresa (Cabiate-CO); A.A.G Stucchi S.r.l (Olginate-LC); Consorzio PREMAX (Premana-LC); Deca S.r.l. (Monte Marenzo-LC); Fiocchi Munizioni Spa (Lecco); Gilardoni S.p.A. (Mandello del Lario-LC); Gilardoni Vittorio S.r.l. (Mandello del Lario-LC); Officine Melesi (Cortenova-LC); Panzeri S.p.A. (Bulciago-LC); Rodacciai (Bosisio Parini-LC); Rosval (Nibionno-LC); Tecnoprobe S.p.A. (Cernusco Lombardone-LC); Tentori Enzo (Valmadreara-LC); Agrati Group S.p.A. (Veduggio-MB); Formenti e Giovenzana S.p.A. (Veduggio-MB).
    RoadJob nasce per favorire l’interazione tra le aziende industriali dei territori di Como, Lecco e Monza-Brianza sui temi del lavoro, dell’innovazione, del cambiamento. Il network è aperto a tutte le realtà che desiderino essere promotrici del concreto incontro fra le nuove generazioni e le esigenze delle imprese, anche a livello nazionale. Convinti che è necessario costruire una nuova relazione tra l’industria e il territorio, e che solo facendo sistema si possono vincere le sfide del futuro, si è deciso di puntare su un’iniziativa decisamente innovativa di orientamento e formazione professionale specializzata: RoadJob Academy.
     

    Più informazioni su