San Bernardo a testa alta, ma si arrende alla Germani Brescia: finisce qui la Supercoppa foto

Bella prestazione dei ragazzi di Pancotto con un ottimo Johnson. Kennedy sfiora la doppia cifra.

Una stoica Acqua S.Bernardo non riesce a chiudere in bellezza questa sera la Supercoppa, lasciando i due punti alla Germani Brescia, squadra iscritta all’EuroCup e quindi più profonda nel roster rispetto a quello canturino. Dopo essersi imposta a Desio nella gara di andata, la squadra di coach Esposito trova il successo anche nel secondo confronto, dopo che Cantù aveva comunque fatto molto bene nei primi venti minuti, chiudendo avanti di due all’intervallo (40-42).

giocatori acqua san bernardo cantù match supercoppa a brescia

Ai biancoblù non basta un ottimo Johnson, autore di 16 punti con il 50% da tre e 6 assist a referto. Da segnalare anche la prestazione di Kennedy, che sfiora la doppia doppia con 9 punti e 10 rimbalzi. Altra buona prova per Thomas, ancora in doppia cifra come contro Varese: 13 punti per lui, con 5 rimbalzi e il 67% dal campo. Chery l’MVP del match, con ben 20 punti in appena 22’, cui si aggiungono anche 5 assist. Finisce 88 – 78 per i padroni di casa

 

 

Germani Brescia-Acqua S.Bernardo Cantù 88-78
(19-17, 21-25; 26-22, 22-14)

Brescia: Bertini, Vitali 8, Parrillo 3, Chery 20, Bortolani 3, Magro 3, Crawford 15, Burns 12, Kalinoski 9, Moss 4, Sacchetti 9, Ancellotti 2. All. Esposito

Cantù: Thomas 13, Smith 7, Kennedy 9, Woodard 9, Procida 3, Leunen 8, La Torre 5, Lanzi n.e., Johnson 16, Bayehe 4, Pecchia 4, Caglio n.e.. All. Pancotto

Arbitri: Lanzarini, Bongiorni e Dori

Spettatori: 663.

 

COMMENTO COACH PANCOTTO

 

[FOTO ID=169145]

 

«Sono stati quaranta minuti diversificati: primo tempo eccellente, bene fino a cinque minuti dalla fine, sia per quanto riguarda la difesa sia per l’attacco. Poi, un break ci ha puniti. Brava Brescia ad agguantare la vittoria, ma noi ci abbiamo messo del nostro. Abbiamo avuto un calo, più mentale che fisico direi. Questi sono aspetti che possiamo e dobbiamo migliorare con il tempo. Nel complesso, però, la squadra mi è piaciuta, specialmente come atteggiamento e come voglia di giocare insieme. Il nostro primo tempo è stato di grande efficacia difensiva, dobbiamo migliorare nelle palle perse e nel tiro da tre punti. Il miglioramento c’è stato e ci sarà ancora. Gli altri aspetti li miglioreremo giorno dopo giorno, strada facendo».