Come scegliere un portasci magnetico di qualità

Più informazioni su

Nella stagione invernale, chi ama sciare organizza spesso weekend o intere settimane nelle località in cui è possibile praticare questo sport. La necessità è quindi quella di avere a disposizione tutta l’attrezzatura necessaria per sciare, e qualche accessorio utile a mantenere tutto perfettamente in ordine durante il viaggio.

 

Un portasci magnetico è un elemento indispensabile per trasportare gli sci con la garanzia della stabilità e della sicurezza, molto utilizzato e diffuso e spesso preferito ad altri modelli di portasci. In sostanza, un portasci è un accessorio che si aggancia alle barre portatutto fissate alla vettura, disponibile in diversi modelli e versioni.

 

Un portasci magnetico è dotato di calamite molto potenti, in grado di aderire perfettamente al tetto dell’auto, semplici da installare e molto pratici e sicuri. Il sito PortasciMagnetico.it permette di scoprire le caratteristiche di questi accessori e supporta ognuno nella scelta del modello più adatto, in base alle caratteristiche dell’auto e alle proprie esigenze sportive e tecniche.

 

Quali sono i modelli di portasci più utilizzati

 

I portasci tradizionali si fissano alle barre portapacchi dell’auto tramite un sistema di viti, per tale ragione si consiglia, durante il viaggio, di controllarne spesso la stabilità. Inoltre, nel periodo in cui non vengono utilizzati, è opportuno rimuoverli dall’auto, poiché influiscono sulle doti aerodinamiche della vettura, provocando una maggiore resistenza e, di conseguenza, un consumo di combustibile più elevato.

 

I portasci magnetici, come abbiamo detto, aderiscono al tetto dell’auto tramite alcuni magneti, per questo motivo non sono indicati per quelle auto molto piccole o dotate di tettuccio in vetro o capotte apribile in altro materiale non metallico.

 

Potrebbero comportare problemi anche per i veicoli dal design non del tutto lineare. Si tratta comunque di un accessorio molto semplice da usare, versatile e sicuro, in genere sono dotati anche di una cinghia che, in caso di distacco, evita che si stacchino e di disperdano.

 

In sostanza, i portasci magnetici devono aderire ad una superficie metallica, uno dei vantaggi, oltre alla stabilità, è quello di non richiedere attrezzature particolari per il montaggio. Si raccomanda comunque di rimuoverli dopo la stagione, poiché se lasciati troppo a lungo sull’auto e non utilizzati potrebbero danneggiare la carrozzeria.

 

Altre tipologie di portasci attualmente in uso

 

In alternativa ai portasci si trovano anche i box per il trasporto degli sci, molto semplici da montare sul tetto e piuttosto capienti, che permettono di trasportare tutta l’attrezzatura sciistica oppure altri oggetti. Si tratta di veri e propri contenitori che possono essere utilizzati per trasportare bagagli, attrezzi e altro materiale, dotati di chiusura di sicurezza e talvolta anche di antifurto.

 

Trattandosi di accessori piuttosto ingombranti, è importante controllare che il modello di portasci scelto sia compatibile con il proprio modello di auto e che sia inoltre omologato in base alla normativa di sicurezza europea.

 

Perché scegliere i portasci  magnetici

 

I vantaggi dei portasci magnetici sono innanzitutto la praticità, sia per quanto riguarda l’installazione che l’utilizzo, e la sicurezza, dovuta alla potenza dei magneti e alla presenza delle cinghie di sicurezza. Si montano rapidamente sul tetto dell’auto ben pulito e possono essere utilizzati anche per il trasporto degli snowboard. L’unico limite, come abbiamo detto, è dovuto alle automobili con tetti in vetro o altro materiale non metallico.

Più informazioni su