Alto lago ferito, ma non affondato: ripresa-record, altro reportage con noi foto

Domani con noi nei luoghi più colpiti dall'alluvione. Si muove anche la Regione per un aiuto concreto.

Gente del lago. O “laghèe” per dirla come De Sfroos. Di fatto gente che è abituata ad alzarsi presto per lunghi viaggio ogni giorno. Per studio e lavoro, molto sono frontalieri. Orgogliosamente gente di lago viene da aggiungere dopo aver comosciuto, nei mesi scorsi, i residenti. Grandi lacvoratori, grande generosità, senso di ospitalità. Ma sopratutto – ecco il punto – persone che non si piangono addosso anche quando le avversità sono forti. Come nell’ultimo fine settimana. Alluvione e frane, allagamenti e fango. Disatsro assortiti. Hanno subito reagito come leoni, hanno permesso (tutti assieme, forze dell’ordine, autorità e decine di volontari) di riaprire la Regine dopo neppure 48 ore da una frana che sembrava devastante. Ieri pomeriggio strada già ripulita e pronta per l’apertura.

gigliola spelzini alto lago ferito con sindaco vercana aggio fango

Certo, restano i danni a case e torrenti. Da valutare la possibilità di avere lo stato di calamità della Regione. CiaoComo è stata – con una serie di reportage – in alto lago nel fine settimana. E ci ritorna domani perchè vogliamo fare vedere le ferite si, ma anche la straordinaria bellezza di questi luoghi. Che, anche se feriti, hanno reagito subito. Ci aspetta la presidente della commissione montagna, la consigliera regionale Gigliola Spelzini, per fare vedere come la sua gente del lago ha reagito alle avversità. Subito al lavoro anche per i danni provocati dal nubifragio. Con una quanità di acqua caduta in modo impressionante.

Domattina, dunque, altro viaggio in alto lago. Dopo la devastazione, la ripresa. Vi faremo vedere – in presa diretta – la situazione ed i problemi da affrontare. Domani, intanto, ci saranno in zona anche alcuni assessori regionali accompagnati proprio dalla Spelzini mentre il sottosegretario Turba sarà in alcuni strutture della zona con l’assessore all’agricoltura Rolfi per una ricognizione post-Covid ed alluvione. Le nostre dirette dall’alto lago domattina dalle 7,15.