Consegna a domicilio e food delivery: i dati di Como e provincia

Più informazioni su

Anche a Como, come in tutta Italia, le consegne a domicilio hanno avuto una vera e propria impennata dovuta indubbiamente all’emergenza sanitaria, ma dalle crisi bisogna sempre imparare ed infatti tantissimi sono coloro che sono riusciti a superare questo particolare periodo grazie ad un servizio di delivery.

Un vero e proprio business quello delle consegne a domicilio con un fatturato globale da far girare la testa persino a chi investe nei casinò online. Avere cibo pronto a domicilio è un’idea accattivante, prezzi contenuti e puntualità fanno il resto ed è così che nessuno può rinunciare ad avere un ottimo piatto dalla cucina del ristorante al tavolo di casa propria.

 

 

Consegna a domicilio una soluzione interessante

Le consegne a domicilio oltre ad essere un ottimo business sono una soluzione curiosa ed interessante. A Cemenate, dove quest’anno, causa emergenza sanitaria per la prima volta dopo 50 anni non si potrà tenere la sagra della Polenta, è stato attivato un servizio speciale di consegna a domicilio su prenotazione valido per  sabato sera 19 settembre e domenica 20 a pranzo. La polenda a domicilio è certamente fuori dal target dei piatti che sembrano essere i più consegnati in tutta Italia. In un articolo presente su blog l’Insider si parla di pizza e di piatti etnici.

Se persino una sagra può restare in vita grazie al servizio di consegna a domicilio è chiaro che negozi, bar, ristoranti e quant’altro che in questi mesi hanno sfruttato una crisi riuscendo a trovare soluzioni migliori alla chiusura.

 

Consegna a domicilio: un vero business

Dalle nostre parti le consegne a domicilio sono un vero e proprio business, un dato di fatto se si pensa a tutto il comparto distributivo. Una logistica differente: fattorini e padroncini che quotidianamente riescono a gestire consegne di diversi prodotti dal food delivery alle medicine arrivando persino alle carni fresche o alla frutta al chilometro zero. Il tema della consegna porta a porta di cibo, farmaci e beni di prima necessità ma anche una spesa più sostanziosa nelle valli comasche è arrivato solo con l’emergenza ma oggi è una necessità di tutti ed è qui che bisogna investire.

E’ diventata una abitudine vedere rider di note multinazionali che corrono qui e là nella città di Como ma nelle valli è ancora tutto molto lento. Un ottimo business è quello di creare una startup capace di accontentare anche le tante esigenze dei borghi e delle borgate, dei paesi e delle valli comasche. Per questo motivo non di rado si notano richieste di lavoro da parte di ristoranti, pizzerie e botteghe di vario genere accanto a quelli di  farmacie, supermercati e tanto altro per la ricerca di chi possa svolgere le consegne a domicilio. I servizi di consegna a domicilio possono essere una ottima idea per giovani che intendono scoprire un nuovo modo di lavoro magari persino diventando sempre più digitali. Partire dalle idee delle multinazionali per arrivare a strutturare una proposta locale può essere una carta vincente da giocare proprio in questo periodo.

 

Più informazioni su