Tramonti in musica a Villa Carlotta foto

Villa Carlotta a Tremezzina è uno scrigno di bellezza per tutti i sensi, profumi e colori della rigogliosa natura nel parco e nel giardino, il museo con le opere di grandi artisti e, spesso, momenti musicali da gustare en plein air. LakeComo Music Festival è stato ospite per il mese di luglio e la prima parte di agosto, si è appena concluso il LacMus Festival che a Villa Carlotta ha inaugurato la 4° edizione, e ora che le giornate iniziano ad accorciarsi, ecco la musica del tramosnto con quattro concerti in collaborazione con Agimus-Lombardia

La rassegna TRAMONTI IN MUSICA nei giorni 28 agosto, 4, 11 e 18 settembre, vedrà protagonisti solisti e gruppi cameristici, tutti alle 17.30, per suggelalre il calar del sole con la grande musica classica. Nel costo del biglietto è compresa anche la visita del museo e dei giardini con ingresso a partire dalle 16. 

villa carlotta tramonti in musica

Primo Concerto
28 agosto 2020 – ore 17:30

Trio Macreve

(Cristina Cazac, violin, Marcella Cambianca, clarinetto, Evelyn Davolio, pianoforte)

Terzo premio al Concorso Internazionale Gaetano Zinetti di Sanguinetto (Verona)

 Capolavori da camera del ‘900.

Ci troviamo qui di fronte a quattro fra i più grandi compositori del XX secolo, ovvero coloro che hanno tracciato la strada ai moderni linguaggi musicali. Da una parte la lezione di Schoenberg nelle opere di Alban Berg e di Darius Milhaud in cui si fanno strada la atonalità e la “composizione coi dodici suoni posti in relazione soltanto fra loro” (altrimenti detta dodecafonia); dall’altra la tradizione della Scuola russa, che, se da una parte (Schostakovic) ha cercato di mantenere stretti legami col passato, dall’altra (Stravinskij) ha valorizzato la classicità trasformandola attraverso una rilettura deformante e progressivamente in modo sempre più cangiante.

A.Berg                                   – Adagio dal Kammerkonzert

D.Milhaud                          – Suite op. 157b (Ouverture-Divertissement-Jeu-Introduction et Final)

D.Schostakovic                 – Cinque pezzi (Preludio-Gavotta-Elegia-Valzer-Polka)

I.Stravinskij                        – L’ Histoire du Soldat

Il Trio Macreve è un complesso cameristico che siè costituito nel 2017 nella classe di musica da camera di Leonardo Bartali al Conservatorio Boito di Parma. È composto da Cristina Cazac (violino), Marcella Cambianca (clarinetto) ed Evelyn Davolio (pianoforte). Il Trio ha vinto il terzo premio al Concorso Internazionale di Musica Zinetti di Sanguinetto di Verona.

 

villa carlotta tramonti in musica
  

Secondo Concerto
4 settembre 2020 – ore 17:30

Raffaele Moretti, pianoforte

Bach-Busoni                         Ciaccona
Ludwig van Beethoven       Sonata op. 109                                                                                                                            Chopin                                   Preludi op.28

 

Diplomatosi a 18 anni con il massimo dei voti e la lode, Raffaele Moretti é stato allievo prima a Parigi di Aldo Ciccolini e Marie-Françoise Bucquet, ed in seguito di Alicia de Larrocha (Master triennale presso l’Academia Marshall- Barcellona) e Tatiana Sarkissova (Master biennale presso la Royal Academy of Music – Londra). Ha inoltre studiato per quattro anni presso la International Piano Foundation-Lake Como, presediuta da Martha Argerich, seguendo le lezioni di William Grant Naboré, Leon Fleisher, Claude Franck, Menahem Pressler, Charles Rosen, Dmitri Bashkirov, Fou Ts’ong ed Andreas Staier. Ha quindi lavorato intensivamente con Galina Eugiazarova, a Madrid. Masterclasses press il Mozarteum di Salisburgo (Andrzej Jasinski), la Foundation Yamaha di Parigi (Elisso Virsaladze) e lo Schwelzig Holstein Musik Festival di Lubecca (Bruno Leonardo Gelber). Laureato della Fondazione Cima in Toscana, ha vinto il Primo Premio assoluto presso i Concorsi Internazionali di Moncalieri e Mondovì. Concerti in Italia, Francia, Spagna, Germania, Inghilterra, USA, Messico ed Argentina. Laureato in Filosofia con il massimo dei voti presso la Università Statale di Milano, dove ha discusso con Carlo Sini una tesi su Nietzsche, ha seguito le lezioni di Jacques Derrida presso l’HESS di Parigi. Ha completato un PhD su Alfred Cortot e la cultura europea del primo ‘900 (con particolare riferimento a quella franco-tedesca) presso il King’s College di Londra, città dove attualmente risiede.

villa carlotta tramonti in musica

Terzo Concerto
11 settembre 2020 – ore 17 :30

Claudia Carletti  Soprano

Nicoletta Latini  Pianoforte

Programma

Arie, Romanze e Song : un salotto musicale

Alcune fra le più belle pagine della musica vocale romantica e moderna, dove spiccano – fra le altre – due fra i più apprezzati Peché de veillesse di Gioacchino Rossini (Une caresse a ma femme e  La danza) ma anche due fra le più belle pagine del grande Gershwin (Summertime – I got rhytm).

  1. Puccini                              – Terra e mare

– Quando men vo

– O mio babbino caro

  F.P. Tosti                                 –  A’ vucchella

–  Sogno

G.Rossini                                    – Une caresse a ma femme

–  La danza

V.Bellini                                      – Casta diva

  1. Gershwin                                                                                                                                                                                                                                               summertime

I got rhytm

  1. Beach                                             Browning’s songs
  2. Arlen                                              Somewhere over the rainbow
  3. Bernstein                                     Tonight

A.L. Webber                                        Memory

villa carlotta tramonti in musica
 

Quarto Concerto
18 settembre 2020 – ore 17 :30

Attilio Igino Puglielli, pianoforte

Programma

Chopin e Brahms, due fra le più significative personalità del pianismo romantico, in antitesi fra loro. Al costruttivismo del tedesco, sempre attento alla lezione del suo conterraneo Bach, fa da contraltare la languida espressività dell’opera del polacco emigrato a Parigi. Due modi diversi di concepire un unico periodo storico: quell’Ottocento in cui l’artista si sentiva libero di esprimere i propri sentimenti, scevri da ogni forma pre-organizzata e di dare libero sfogo alla propria mirabile arte.

 

  1. Brahms                               – Klavierstücke, op. 118

 

  1. Chopin                               – Barcarolle, op. 60

-Polonaise-Fantaisie, op. 61
– Deux Nocturnes, op. 62

 

Prenotazioni: A.Gi.Mus.-sezione Lombardia, Milano

Tel. 339 4161359 (Gabriella)- info@agimuslombardia.com

 

Informazioni: Villa Carlotta – Tremezzina  – Via Regina, 2   +39 (0) 0344 40405