Quantcast
I Cavalieri del Palio pronti a...serrare i ranghi e ripartire. Il Palio del Baradello c'è, anche se dimezzato - CiaoComo
Como

I Cavalieri del Palio pronti a…serrare i ranghi e ripartire. Il Palio del Baradello c’è, anche se dimezzato

palio del baradello presidente tagliabue

Dopo la pausa forzata dovuta alla quarantena, l’Associazione Cavalieri del Palio ha, per così dire, ricompattato le schiere ed è pronta a ripartire al galoppo con le attività. Naturalmente, come già è stato annunciato nella conferenza stampa di qualche settimana fa, i festeggiamenti per il quarantennale del Palio del Baradello sono rinviati al 2021, ma si sta già lavorando per allestire, almeno, alcune manifestazioni a fine estate e inizio autunno, le più fattibili in questa congiuntura storica e sociale.

Nell’assemblea dello scorso 24 luglio si è tenuta l’elezione del nuovo Consiglio, di cui fanno parte: Tettamanti Nadia, Devotella Giuseppe, Ravaglia Mimosa, Schiera Vanna, Tagliabue Stefano, Foglia Gigliola, Barone Donato, Franzi Omar, Facchinetti Fabio. Dunque un Consiglio parzialmente rinnovato, che si è riunito martedì 29 per la distribuzione delle cariche fra i componenti, e per fare il punto sull’organizzazione dei prossimi eventi.

palio del baradello presidente tagliabue

All’unanimità  la presidenza viene assegnata a  Stefano Tagliabue (foto sopra), giovane ed energica new entry; dalla discussione sono poi emersi altri incarichi: Maggiorente rimane Tettamanti Nadia; la Tesoriera Schiera Vanna viene riconfermata assumendo anche la Vicepresidenza, e temporaneamente il lavoro di Segreteria. Del grande patrimonio di costumi storici, recentemente catalogato, sarà responsabile Ravaglia Mimosa, supportata da Angela Saccani, Carla Clerici e Bruno Busoni. Responsabile dell’attrezzeria sarà Devotella Giuseppe con l’aiuto di Stefano De Feudis. Le manifestazioni teatrali rimangono sotto la direzione esperta di Facchinetti Fabio. Responsabile culturale è riconfermata  Foglia Gigliola che assume anche i doveri di addetta stampa. Responsabile gare è un altro membro ‘storico’, Barone Donato. Da definire l’incarico di Frangi Omar e alcune nuove collaborazioni. A Marcella Schiano, castellana del Borgo di Sant’Agostino, verrà affidata la gestione della lotteria.

Dunque, anche senza le gare sportive e il Gran Corteo Storico che richiamavano migliaia di persone, il Palio “c’è” e continua a portare avanti le sue finalità di divulgazione storica, e promozione turistica e sociale.

commenta