Davide Van De Sfroos torna live quest’estate

Più informazioni su

Il Covid aveva stoppato tutte le date live di Davide Van De Sfroos per il 2020. Nel rìmandare il tour che accompagna l’uscita del nuovo album alla prossima pribmavera, l’entourage del cantautore comasco aveva lasciato qualche speranza ai fan nel caso si fossero presentate buone e sicure opportunità per dei concerti.

Ebbene, le condizioni per vedere Davide su un palco, ora, ci sono, perciò ecco le prime cinque date del RE-TOUR con il quale Davide Van De Sfroos torna live quest’estate nel completo rispetto delle norme vigenti:

16 agosto Travo (PC) – Travo Balafolk Festival, Parco Archeologico (biglietti disponibili su www.botteghinoweb.com)

22 agosto Livigno (SO) – (ingresso libero previa prenotazione);

27 agosto Omegna (VB) – 117ª Edizione Festeggiamenti San Vito Omegna (ingresso libero previa prenotazione su siti predisposti per l’evento San Vito 2020);

5 settembre Courmayeur (AO) – Palazzo del Ghiaccio (ingresso libero previa prenotazione);

6 settembre Saluzzo (CN) – Festival Occit’Amo, Ex Caserma Mario Musso, Piazza Montebello 1 (biglietti disponibili su www.mailticket.it).

 

Per il RE-TOUR Davide ha preparato uno spettacolo speciale, dominato dalla forte voglia di ripartire, che segna un importante ritorno sul palco dopo il periodo trascorso di estrema emergenza sanitaria. Vedremo un De Sfroos in versione “street”, accompagnato dal suono di un violino, di una tastiera, di una chitarra e della batteria. Una formazione ridotta ma che sarà comunque in grado di coinvolgere il pubblico al ritmo dei più importanti brani del suo repertorio da “Ninna nanna del contrabbandiere” a “Yanez”.

Non ci sono date in provincia di Como, ma non si escludono sorprese, come non se ne escludono sui palchi del Re-TOUR dove si alterneranno vari ospiti.

Intanto la pausa forzata ha dato l’opportunità a Davide Van De Sfroos e al suo staff di lavorare ulteriormente sul nuovo album di inediti che si preannuncia particolarmente ispirato. Abbiamo avuto un assaggio con “Grazie ragazzi”, la canzone scritta per un documentario sul rugby, brano che non è sicuro rientri tra quelli inclusi nel nuovo album di cui non si sa neppure il titolo. Quel briccone De Sfroos ci sta tenendo tutti sulle spine 

 

 

 

 

 

 

Più informazioni su