Quantcast

Le Lake Como Film Nights ci portano nel Cile de “La cordigliera dei sogni” foto

Il fine settimana delle Lake Como Fil Nights ha regalato due gioiellini cinematografici, diversissimi tra loro, che hanno decretato il sold out dei posti disponibili a Villa Erba. Un bel successo per la manifestazione che, in un anno difficile per tutto ciò che riguarda il pubblico spettacolo, mantiene il legame con il Lake Como Film Festival.

Dopo la Nuova Scozia di Lighthouse e il South Dakota di The Rider ecco che il paesaggio rappresentato sul grande schermo è qurllo dell’estremo sud America ne La cordigliera dei sogni il  lungometraggio del 2019 di Patricio Guzmán, regista nostalgico del suo paese che ha raccontato in Nostalgia della Luce e La memoria dell’acqua.

La Cordigliera delle Ande rappresenta, per il Cile che la ospita, una limitazione allo sviluppo di una vita sociale agevole e senza ostacoli. Di fatto, questa catena montuosa che occupa circa l’80% della superficie del paese che la ospita, rappresenta un simbolo, una ricchezza inestimabile, la spina dorsale di tutto il pianeta; ma anche un monumento naturale sconosciuto alla maggior parte dei cileni o a loro stessi per gran parte inaccessibile, in quanto in larga misura (e non è noto con quale criterio a tutela della collettività) di proprietà di società e colossi stranieri impegnati a sfruttarla per i loro interessi, che non corrispondono mai alle esigenze del popolo cileno.

Alle Lake Como Film Night si chiude la trilogia sul territorio fisico cileno indagato come testo emotivo, mémoir di un periodo storico, la dittatura di Pinoche, che ha riscritto una cultura antica di ventimila anni e ferito il paese in ogni centimetro della sua superficie.
Per Guzmán, che ha lasciato la sua terra dopo il colpo di Stato del ’73 e non è mai tornato a viverci, superare la cordigliera delle Ande significa entrare nel paese dell’infanzia, viaggiare nel passato, in un luogo che non ha più carattere di realtà materiale, trasfigurato com’è dai tanti anni di distanza e di reinvenzione. per esplorare i suoi misteri, potenti rivelazioni della storia passata e presente del Cile.

Lunedì 27 luglio ore 21.15

La cordigliera dei sogni

Cile, 2019, 84’.

Ambientazione: Cordigliera delle Ande (Cile).

Séance spéciale al Festival di Cannes 2019.

 

Titolo originale: La Cordillera de los sueños

Regia: Patricio Guzmán

Sceneggiatura: Patricio Guzmán, Miranda y Tobar.

Fotografia: Samuel Lahu.

Montaggio; Emmanuelle Joly.

Musica: Claire Cahu.

Lingua: Audio originale spagnolo, sottotitoli in italiano.

lake como film festival 2020

Le LAKE COMO FILM NIGHTS OFF EDITION sono organizzate dall’Associazione Lago di Como Film Festival in coproduzione con Villa Erba S.p.A. con il patrocinio del Comune di Cernobbio e con il contributo di Intesa Sanpaolo, ComoDepur e Fondazione Cariplo

I prossimi film in programma sono.

Martedì 28 luglio La Dolce Vita di Federico Fellini, La proiezione del film verrà preceduta da un videosaluto registrato di Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca.

Mercoledì 29 luglio  La vita invisibile di Eurídice Gusmão di Karim Aïnouz

Giovedì 30 luglio Dead Man di  Jim Jarmusch. Il film è anticipato dal cortometraggio DISTANT_SILENCE di Massimo Colombo, cortometraggio ambientato sul Lago di Como.

Il giorno 31 luglio verrà utilizzato per il recupero dei film sospesi per pioggia.

Informazioni e biglietti

Prenotazione obbligatoria (190 posti disponibili)
INGRESSO € 9 – ABBONAMENTO 7 film € 45 (+10% prevendita online).
Tutti gli spettacoli sono con acquisto online obbligatorio su:
www.liveticket.it/lakecomofilmfestival.
In caso di pioggia gli eventi sono annullati e i biglietti rimborsati.

LAKE COMO FILM NIGHTS