Il Como e la concessione dello stadio, si fa sul serio: domani i documenti in giunta foto

Ieri incontro risolutivo in Comune: la nota ufficiale della società, tempi molto rapidi-

Per ora di ufficiale c’è il comunicato della società, il Como 1907, dopo il vertice di ieri in comune tra amministrazione comunale, rappresentanti del club e una delegazione di tifosi. Di extra ufficiale c’è che i documenti dovrebbero approdare domani pomeriggio in giunta comunale per la discussione formale, poi ci sarà il via libera della società ed anche della soprintendenza. Concessione, dunque, e campo in erba sintetico. Tutto in un sol colpo. Tempi? Se tutto andrà bene, inizio dei lavori entro il 15 agosto, poi un mese e mezzo circa (compreso qualche possibile intoppo) per avere il nuovo terreno. Forse già – sarebbe un vero record – per l’inizio del nuovo campionato di serie C previsto per la fine di settembre. Probabile che il Como chieda di giocare la prima gara fuori casa per avere il campo pronto per ottobre.

 

COMUNICATO DELLA SOCIETÀ

Oggi nella sala Giunta del Comune di Como si è svolto l’incontro tra il sindaco Mario Landriscina con gli assessori al Patrimonio Francesco Pettignano, allo Sport Marco Galli, all’Urbanistica Marco Butti, la dirigente Rossana Tosetti, e la società Como 1907 con il CEO Michael Gandler, il Facilities Manager Federico Bottacin e il responsabile comunicazione Alessandro Camagni, e con una delegazione di tifosi.

Durante l’incontro sono stati confermati fiducia e impegno reciproco e sono stati illustrati i punti cardine dell’accordo raggiunto tra il Comune e il Como 1907 per la concessione di 12 anni dello stadio Sinigaglia, la realizzazione di un campo in erba sintetica e su lavori futuri in caso di adeguamenti strutturali dettati da nuove normative o cambi di categoria. Questo accordo può dare la possibilità alla società di investire e confermarsi così una realtà viva e presente sul territorio, anche dando vita a progetti di più ampio respiro. Con trasparenza e soddisfazione, da entrambe le parti è stato confermato che nel minor tempo possibile, con eventuali minime modifiche, verrà avviato l’iter burocratico per portare la concessione in giunta e successivamente per la firma