Quantcast
San Fedele Intelvi, cambio della guardia ai pompieri: è festa per Alessandro e Giuseppe - CiaoComo
Il saluto

San Fedele Intelvi, cambio della guardia ai pompieri: è festa per Alessandro e Giuseppe

Il primo lascia il distaccamento per raggiunti limiti di età, il secondo lo rimpiazza nel segno della continuità

Il cambio di consegne e un bel momento di festeggiamento. Per chi, dopo anni di turni e interventi, lascia il comando per raggiunto limite di età e per chi gli succede in un distaccamento diventato nel tempo un punto di riferimento per la popolazione della zona. Serata di festa – e con qualche magone pure – a San Fedele Intelvi con i pompieri che hanno salutato Alessandro Canali, negli ultimi anni capo distaccamento e caposquadra, al suo ultimo turno dopo ben 41 anni nel corpo nazionale dei vigili del fuoco. Il saluto di chi ha vissuto per tanti giorni con lui è stato simboleggiato con una targa ricordo bellissima e commovente:”Non sono gli anni che contano nella vita – c’era scritto – ma è la vita che metti in quegli anni“. Stasera il cambio di consegne con chi gli succede ora al distaccamento: Giuseppe Proserpio.

Ed i colleghi di San Fedele sanno bene che Alessandro – che noi di CiaoComo conosciamo bene perchè da decenni è il nostro inflessibile amministratore (nel senso che non vuole sprechi e predilige ottimizzare risorse e strumentazione…) – è persona di generosità e di grande altruismo. Noi lo sappiano, come detto. Perchè oltre che alla sua famiglia di San Fedele utilizza lo stesso impegno e la stessa dedizione da noi. Qualche rimbrotto – quando occorre, va benissimo – ma sempre pronto per tutti e tutto. Aiuti e generosità a piene mani per tutti. E queste caratteristiche lo hanno fatto amare anche a San Fedele in questi anni e prima ancora negli altri ruoli al comando provinciale.

alessandro canali targa san fedele per ultimo turno servizio ai pompieri

 

Alessandro ha iniziato giovanissimo con i pompieri: gennaio 79 con il servizio di leva, poi varie tappe fino a capo squadra volontario nel luglio dello scorso anno. Tanti i periodi di richiamo svolti come vigile volontario discontinuo. Nuerosi i suoi interventi di soccorso in questi anni. Tra i vari – ricordato anche oggi ai saluti – il soccorso ad una persona rimasta intossicata a Binago (agosto 2003)in una cisterna, circostanza che gli è valsa pure un elogio del Comando provinciale per l’assoluta professionalità dimostrata. E poi attivamente coinvolto, nell’anno 2019, durante la fase acuta degli incendi in tutto l’alto lago. Anche questo suo impegno è stato premiato con un elogio al suo distaccamento volontario di San Fedele da parte del presidente della Provincia di Como. Alessandro, infine, è stato per anni attivo nella preparazione della festa della patrona – Santa Barbara – e sempre pronto a dare una mano quando il comando provinciale ha avuto necessità. Oggi anche le parole del comandante provinciale – Marcella Battaglia – nel salutarlo nel suo ultimo turno di servizio dopo 41 anni. Gli succede, come detto, il collega Giuseppe Proserpio. “Ma ci auguriamo sempre di averlo con noi in occasioni conviviali – ha spiegato la comandante Battaglia – perchè un volontario del genere è difficile da sostituire“.

 

Ai pompieri di San Fedele un caloroso saluto da tutti noi di CiaoComo: ora lo avremo solo noi con la sua generosità perchè qui il raggiunto limite di età non è ancora arrivato.

(Foto di Paolo Priori – Foto Idea)

commenta