Quantcast

giovedì, 27 gennaio 2022 - Aggiornato alle 20:44

Con un concerto per Pan chiude il Festival Como Città della Musica

A Villa Erba si chiude l'edizione 2020 del Festival estivo del Teatro Sociale

Il Festival Como Città della Musica si chiude a Villa Erba dopo aver esordito a Villa Olmo ed essere passato, poi, a Villa del Grumello. “Note in Villa” è il titolo di un’edizione che è nata in corsa a causa dell’epidemia di Coronavirus, ma è riuscita a mettere in fila 17 spettacoli, tutti in doppia replica, in 15 intensissimi giorni.

Ultimo appuntamento del 2020 domenica 12 luglio all’insegna delle visioni, dei sogni, della poesia, con Pour invoquer Pan eseguito dal duo Mattia Petrilli, flauto e André Gallo, pianoforte, in doppia replica, ore 19.00 e 21.00. Il programma parte con un’invocazione, alla divinità greca Pan, e altre tre composizioni, tratte da Six Épigraphes antiques che Claude Debussy compose, prendendo ispirazione dai falsi letterari dell’amico Pierre Louÿs, in un periodo in cui suggestioni e miti dall’Antica Grecia ammaliavano gli intellettuali parigini.

Le quattro evocazioni Pour invoquer Pan, dieu du vent d’été, Pour un tombeau sans nom, Pour que la nuit soit propice, Pour remercier la pluie au matin sono state pensate per lo sfondo bucolico del meraviglioso parco di Villa Erba nel contesto di Villa Erba Open Air, l’edizione speciale del progetto La Cultura di Villa Erba per l’anno 2020.

Il concerto procede con Der Enger (L’Angelo) e Träume (Sogni) tratti dai Wesendonck Lieder su testi di Mathilde Wesendonck, poetessa, mecenate e grande ammiratrice di Richard Wagner. Dal sogno di Pan alle visioni, che indussero poi Wagner alle armonie struggenti del Tristan und Isolde, per approdare all’immaginazione novecentesca di Francis Poulenc, per tornare à rebours a Debussy ed ancora a Čajkovskij con i melanconici richiami all’aria di Lensky dall’ Evgenij Onegin, per chiudere con l’autore francese Jules Auguste Demersseman, noto per il concerto per flauto Solo de Concert, op. 82 No. 6.

Il concerto Pour invoquer Pan è in collaborazione con RIVO Gin, già partner del Teatro Sociale di Como / AsLiCo per numerose iniziative under30 e under40. L’azienda di distillati del Lago di Como, famosa in Italia e all’estero per il suo Gin (RIVO Gin e SOLE Gin), per l’Amaro Venti -tutti i prodotti sono realizzati con botaniche raccolte a mano nei prati attorno al Lago di Como-, sarà presente a Villa Erba con uno stand, dove gli spettatori potranno apprendere dagli stessi titolari dell’azienda la particolarità di questi distillanti.

“La Catarsi secondo Aristotele era purificazione. – spiega Mattia Petrilli – Portando in scena il dolore, il dramma, il teatro, la musica, gli antichi Greci rivivevano, rielaboravano, pensavano, provavano gioia, si angustiavano, si scandalizzavano,
ma si arricchivano. In questo momento storico, in un mondo distrutto in cui tutti abbiamo e stiamo perdendo qualcosa o qualcuno, abbiamo bisogno di credere in una rinascita, per tornare ad essere cittadini migliori, più consapevoli. Individui e comunità che lasciano spazio alle proprie pure emozioni e al proprio pensiero strutturato. Oggi come nell’antichità, torna ad essere questo il compito dei musicisti, degli artisti, della Cultura: educare, arricchire, costruire. Sul palco porterò il rito della morte e della rinascita di Debussy,la premonizione di morte di Lensky, le lacrime, il destino; e poi il sogno, l’amore, la malinconia, la metamorfosi, la speranza, il ricordo del suono e dell’odore della pioggia, per finire con la gioia, la danza, la
vita che deve vincere sempre sopra ogni cosa.”

Domenica 12 luglio, ore 19.00 e 21.00

Villa Erba a Cernobbio
nel contesto Villa Erba Open Air
L’edizione speciale del progetto
La Cultura di Villa Erba per l’anno 2020.
XIII Festival Como Città della Musica
edizione speciale
Note in Villa

MUSICA CLASSICA
Pour invoquer Pan
Mattia Petrilli, flauto
André Gallo, pianoforte

Programma
Pour invoquer Pan
Mattia Petrilli, flauto
André Gallo, pianoforte
Claude Debussy (1862 – 1918)
Pour invoquer Pan, dieu du vent d’été
Pour un tombeau sans nom
Pour que la nuit soit propice
Pour remercier la pluie au matin
Richard Wagner (1813 – 1883)
dai Wesendonck Lieder: Der Enger, Träume
Francis Poulenc (1899- 1963)

Un Joueur de Flûte berce les Ruines
Sonata
Claude Debussy (1862 – 1918)
Ballade
Pëtr Il’ič Čajkovskij (1840-1893)
Kuda Kuda vi udalilis, Evgenij Onegin, Aria di Lensky
Jules Auguste Demersseman (1833-1866)
Solo de Concerto (Italiano) n. 6

Tutti gli spettacoli del Festival Como Città della Musica sono ad ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria, anche per ottemperare alle norme dettate dall’ordinanza della Regione Lombardia n.556 del 12/06/2020.
Le prenotazioni possono essere registrate online www.teatrosocialecomo.it o presso la biglietteria del Teatro Sociale di Como (entrata da Piazza Verdi) con i seguenti orari: dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00.Sarà possibile prenotare un massimo di due biglietti fino ad un massimo di tre spettacoli.

In caso di pioggia lo spettacolo avrà luogo presso la Sala Bianca, Teatro Sociale di Como. Inoltre, in caso di condizioni meteo favorevoli, altri posti potranno essere resi disponibili a Villa Erba sia online che presso la biglietteria, il giorno stesso degli spettacoli, sempre nel rispetto delle norme previste.
Gli orari di infoline rimangono invariati, dal martedì al venerdì dalle 14.30 alle 16.30, tel. 031, 270170.

Il XIII Festival Como Città della Musica, edizione speciale, Note in Villa, (28.06-12.07.2020) ha luogo grazie al sostegno del Comune di Como, Regione Lombardia, MiBACT e Fondazione Cariplo, in collaborazione con Associazione Villa del Grumello, Villa Erba, Associazione del Palchettisti del Teatro Sociale di Como, con il patrocinio del Comune di Cernobbio.