San Francesco, la polizia allontana cinque senzatetto irregolari: mercoledì altra protesta in Comune foto segui la diretta

Intervento di controllo oggi sotto i portici della ex chiesa. Portati in Questura per gli accertamenti del caso e poi i provvedimenti.

 

Nella mattinata odierna la Polizia di Stato e la Polizia Locale di Como, hanno eseguito un censimento finalizzato all’identificazione dei senzatetto che abitualmente dormono sotto i portici dell’ex Chiesa di San Francesco e ad accertare, con riferimento ai cittadini stranieri, la loro posizione sul territorio nazionale. Al momento dell’arrivo della polizia in Largo Spallino i portici erano occupati da dieci persone; di questi, tre, tra cui un cittadino italiano, un russo e un togolese, sono stati identificati sul posto in quanto in possesso dei documenti e regolari sul territorio nazionale; gli altri sette sono stati accompagnati in Questura per gli accertamenti di rito.

 

Giunti in Questura, grazie alle impronte, due cittadini somali, inizialmente privi dei documenti, sono risultati in regola con le norme sul soggiorno in quanto richiedenti protezione internazionale, mentre gli altri 5 cittadini stranieri sono risultati tutti noti . Quattro di essi, tutti con qualche precedente di polizia di lieve entità, già trattati in precedenza dall’Ufficio Immigrazione della Questura che aveva accertato l’irregolarità sul territorio nazionale e aveva emesso i competenti provvedimenti di espulsione, sono stati denunciati e a loro carico è stato emesso un nuovo Ordine a lasciare il territorio nazionale. Per questi ultimi, inoltre, non in possesso di idonei titoli di viaggio, erano state anche avviate le procedure di identificazione presso le rispettive rappresentanze diplomatiche e si è in attesa del rilascio dei lasciapassare. Il quinto, un cittadino del Ghana, con a carico precedenti anche per atti osceni in luogo pubblico, sarà accompagnato nella giornata di domani presso il Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Bari Palese.

 

gabriele e roberto domono fuori dal comune di como per protesta dormitorio

 

Nel frattempo, dopo la protesta clamorosa di sabato con alcuni giovani (foto sopra) che hanno dormito fuori dal Comune di Como per sollecitare interventi mirati a risolvere il problema dei senza tetto, è stato annunciata una nuova protesta per mercoledì prossimo fuori da Palazzo Cernezzi in occasione della nuova seduta del consiglio comunale (a porte chiuse in Comune). La loro presenza è annunciata al pari di quella dei tifosi del Como, anche loro alle prese con rivendicazioni e richieste da avanzare all’amministrazione comunale. “La situazione delle persone senza fissa dimora che vivono a Como  – spiegano – è ogni giorno più delicata e più pericolosa, lo abbiamo visto anche nei giorni scorsi”. Da qui la decisione della nuova protesta #fuoridalcomune, così come è stata denominata la loro iniziativa. Nel senso che si piazzeranno ancora fuori da Palazzo Cernezzi chiedendo risposte a sindaco ed assessori.