Mutatis mutandis ecco “Orticolario The Origin”

Orticolario versus Coronavirus, valutati tutti i fattori conseguenti al contenimento del contagio da Covid-19 nell’organizzazione della manifestazione verde di Villa Erba, ecco “Orticolario The Origin”, una nuova forma per promuovere lo stile di vita naturale che da 12 anni richiama sul lago di Como appassionati da tutta Europa. Virtuale e continuativo,  Orticolario The Origin, sarà una “fucina” di linguaggi, ingegni e talenti, un’esperienza del paesaggio e per il paesaggio, in grado di preservare l’essenza più pura della manifestazione. Simbolicamente il nuovo progetto sarà presentato il 2 ottobre, data in cui sarebbe iniziato Orticolario 2020.

Quando i tempi mutano, inaspettatamente e vorticosamente, le possibili azioni da compiere sono due: assistere inerti al cambiamento o cambiare, interpretando il limite come possibilità – comunica il comitato organizzatore di Orticolario – Dopo lunghe e profonde riflessioni e tuttora poche risposte concrete da parte degli enti competenti, la nostra manifestazione cambia e decide di proporsi con una forma nuova che proseguirà per tutto l’anno, sostituendo le incertezze con effettive possibilità di sedurre l’interesse degli appassionati”.

orticolario 2020

“Orticolario The Origin”, online tutto l’anno e fruibile ovunque nel mondo fino all’edizione successiva, in programma dall’1 al 3 ottobre 2021,  sarà una versione in continua evoluzione in cui il culto della bellezza e la cultura del paesaggio – pura essenza di Orticolario – possono manifestarsi a un pubblico più ampio, ancora più internazionale. A tutti coloro che, in ogni angolo del pianeta, vivono la natura come stile di vita.
Misure troppo restrittive, al momento non ancora definite, potrebbero essere fortemente penalizzanti sia per il pubblico sia per gli espositori. Gli organizzatori hanno quindi valutato di posticipare l’evento fisico, a Villa Erba, al 2021, ma di offrire un’esperienza virtuale, degna delle alte aspettative dei visitatori dell’evento in cui ad esprimersi saranno molteplici anime creative, da artisti a paesaggisti, da vivaisti ad artigiani. Proprio come avviene ogni anno sul Lago di Como.

orticolario

“Un antico proverbio cinese recita: ‘quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento’ – dichiara Moritz Mantero, presidente di Orticolario. – Certo, non avremmo mai pensato di dover posticipare la dodicesima edizione al 2021, ma l’incertezza di poterla svolgere nel rispetto dei nostri espositori e visitatori, nonché dei nostri sostenitori, ci ha imposto una scelta che abbiamo preso molto a malincuore. Ora costruiamo con entusiasmo ‘Orticolario The Origin’, il nostro mulino a vento che, seguendo la tradizione di Orticolario, sarà rispettoso dei nostri canoni estetici e dei nostri contenuti”.

Misure troppo restrittive, al momento non ancora definite, potrebbero essere fortemente penalizzanti sia per il pubblico sia per gli espositori. Gli organizzatori hanno quindi valutato di posticipare l’evento fisico, a Villa Erba, al 2021, ma di offrire un’esperienza virtuale, degna delle alte aspettative dei visitatori dell’evento.

orticolario 2020

Il nuovo progetto sarà presentato il 2 ottobre e avrà il fil rouge scelto da tempo per l’edizione Orticolario di quest’anno: la “Seduzione” e l’Acero. I numeri da cui “Orticolario The Origin” parte sono più che generosi: nel 2019 il sito web orticolario.it ha registrato circa 347.000 pagine visualizzate, i social (tra Facebook e Instagram) hanno superato i 22.000 follower, il canale YouTube ha ottenuto quasi 105.000 visualizzazioni, mentre la newsletter conta oltre 17.700 iscritti.