A ottobre Parolario e Fiera del Libro nuovamente insieme. “Per ripartire più forti”

Dal 23 ottobre al'1 novembre Parolario e Fiera del Libro nuovamente insieme a Villa Olmo. Tema dell'anno: CORAGGIO

Lo abbiamo fatto per ripartire più forti, con il coraggio che ci ha sempre contraddistinti e la speranza di regalare alla città qualcosa di utile e bello in questo difficile momento. E’ proprio cero che l’unione fa la forza, e quest’anno ce n’è voluta parecchia anche solo per immaginare la manifestazione che fa incontrare lettori e autori, tradizionale appuntamento di inizio estate a Como. Le conseguenze dell’epidemia hanno costretto ad un significativo cambio di data, ma l’anno non poteva passare così, troppo bello festeggiare i 20-2020, vent’anni di Parolario nel 2020.

La Fiera del Libro di Como di anni ne ha quasi settanta di cui molti condivisi con Parolario in piazza Cavour, ora le due manifestazioni librarie tornano insieme nei saloni di Villa Olmo dal 23 ottobre all’1 novembre, riunendo le due anime: quella culturale (Parolario) con quella commerciale (Associazione Manifestazioni Librarie organizzatore de la Fiera del Libro) anche perché entrambe hanno il medesimo obiettivo, quello di promuovere e incentivare la diffusione della cultura a tutto tondo, della cultura libraria, del libro e della lettura. Tutto questo con il supporto del Comune di Como che ha concesso l’uso gratuito della villa.

Dopo venti edizioni e dopo aver percorso strade diverse abbiamo voluto riunirci per darci forza gli uni con gli altri. Questa edizione sarà dedicata al Prof. Ettore A. Albertoni, che 20 anni fa ha voluto fortemente la nascita di Parolario perché affiancasse la Fiera del Libro” è il pensiero condiviso dagli organizzatori.

Il tema della manifestazione sarà IL CORAGGIO. E, come scriveva il grande Alessandro Manzoni ne I Promessi Sposi “Il coraggio, uno, se non ce l’ha, mica se lo può dare” così si assolveva Don Abbondio.

Ora dunque, ognuno per proprie competenze, si inizierà a lavorare sul programma che verrà annunciato i prossimi mesi e che si svolgerà con modalità e tipologie differenti e miste (con la presenza degli ospiti e in streaming) e sulla organizzazione della esposizione libraria.

Contemporaneamente a Villa Olmo Parolario organizzerà come sempre delle iniziative anche a Villa Bernasconi a Cernobbio, grazie alla collaborazione con il Comune di Cernobbio.

“Non possiamo permettere a tutto quanto di terribile è successo quest’anno di cancellare la ventesima edizione di Parolario che, con modalità anche nuove, si farà con la Fiera del Libro come  20 anni fa. – Commenta Glauco Peverelli, Presidente della Associazione Culturale Parolario –  Abbiamo bisogno di normalità, di incontrarci, di parlarci in una parola di vivere, non vogliamo arrenderci e la nostra manifestazione può contribuire a ciò.”

“Organizzare la Fiera del libro quest’anno è un atto di coraggio perché le incertezze e gli ostacoli da affrontare sono molti. – Afferma a sua volta Alessio Rimoldi, Presidente della Associazione Manifestazioni Librarie/Fiera del Libro – C’è una nuova location per la Fiera, nuove date e nuova disposizione del percorso di vendita. Uno stravolgimento complesso, totale e inedito ideato in pochissimo tempo. Un vero atto di coraggio unito a un urlo di speranza con l’obiettivo di trasmetterli alla città in un clima di festa. Noi ci siamo, il mondo librario ed editoriale comasco c’è, e siamo onorati di essere affiancati e sostenuti da una realtà altrettanto coraggiosa e amica come è Parolario.”

Appuntamento, dunque a fine ottobre, sarà un po’ strano aggirarsi tra i libri indossando il cappotto abituati come siamo a godere Parolario in giugno e la Fiera dl Libro in agosto, ma l’importante è che la città non perde nemmeno quest’anno queste occasioni belle e utili,  la cultura è sempre stata utile, ora ancora di più.