Quantcast
Enerxenia lancia il concorso fotografico "#scattalestate" - CiaoComo
Aree

Enerxenia lancia il concorso fotografico “#scattalestate”

Generico giugno 2020

E’ stato presentato stamattina, durante una videoconferenza, il social contest “#scattalestate” lanciato da ACEL Energie, Enerxenia e AAEVV Energie per sostenere la ripresa post-Covid nei territori di operatività dei tre brand: le province di Lecco (ACELEnergie), Como, Monza Brianza, Varese e San Donà del Piave (Enerxenia) e Sondrio (AEVVEnergie).

Alla videoconferenza stampa hanno preso parte anche il presidente di ACSM AGAM Paolo Busnelli e i due  vicepresidenti Marco Canzi e Marco Rezzonico, a sottolineare la cifra di questo solido legame con le comunità locali che caratterizza l’attività del gruppo della multiutility del Nord Lombardia e la novità di un’iniziativa che “tende ad unire i puntini dei diversi brand del gruppo, dei territori in cui operano e delle loro eccellenze”.

Il social contest di ACEL Energie, Enerxenia e AAEVV Energie ci accompagnerà l’estate 2020 a cominciare dal 21 giugno e terminerà il 21 settembre 2020. Le più belle foto postate saranno premiate con soggiorni turistici nei territori di operatività. Il concorso mette in palio, nelle tre premiazioni mensili e nella super-premiazione finale, pacchetti turistici da spendere sempre in quest’area, promuovendo così il turismo locale.

Attraverso le immagini che verranno postate con l’hashtag “#scattalestate” (con l’indicazione “io partecipo”, l’indicazione della località e il tag alla pagina di riferimento a scelta tra @acelenergie,@enerxeniaenergia, @aevvenergieofficial), si verrà a formare un “social wall” (visibile all’indirizzo www.scattalestate2020.it): “Un percorso turistico fatto dagli utenti per gli utenti, ricco di spunti e suggerimenti turistici per chi vive in questi territori e per la loro promozione attraverso la rete”, come ha sottolineato il responsabile marketing di ACEL Energie, Martin Ignacio Isolabella.

Generico giugno 2020

“Da sempre Acel Energie costituisce una realtà di riferimento per i territori provinciali, non solo per la sua storica presenza grazie anche ad una rete capillari di sportelli all’utenza, ma anche per una politica di attenzione al sostegno, attraverso sponsorizzazioni ed elargizioni liberali, alle più importanti e significative iniziative in ambito sociale, culturale e sportivo. – ha ricordato in apertura della videoconferenza stampa il presidente di ACEL Energie, Giovanni Priore – Proprio per questo motivo, presentiamo oggi questa iniziativa che ha l’obiettivo di valorizzarne le risorse
paesaggistiche, artistiche e culturali”.

Si tratta di una iniziativa che, come evidenziato, si colloca in un momento di ripresa – seppur difficile – delle attività economiche private legate all’accoglienza e all’ospitalità dei turisti e delle istituzioni culturali pubbliche, dopo il lockdown che per tre mesi ne ha paralizzato le attività.

“Le crisi economiche tendono a propagarsi con le stesse dinamiche di un’epidemia, perché la crisi economica è contagiosa. – ha spiegato l’Amministratore delegato di ACEL Energie, Giovanni Perrone – E noi, adesso che l’emergenza sanitaria sembra stia rientrando, vogliamo contribuire nel nostro piccolo a dare una mano a interrompere la catena del contagio economico, puntando sulla valorizzazione dei territori, con la speranza di poter sostenere il turismo. Vogliamo cioè con questa iniziativa contribuire a riscrivere il significato della parola contagio: contagiare positivamente le persone perché visitino i nostri territori. Con la speranza di poter sostenere il turismo di prossimità. Vogliamo cioè con questa iniziativa contribuire a ridare una accezione positiva alla parola contagio: speriamo che ciascuno con una foto possa invogliare gli altri a visitare le bellezze del proprio territorio, perché anche la bellezza può essere contagiosa”.

Marco Rezzonico, vicepresidente di ACSM AGAM, si è detto entusiasta di questa iniziativa e dello spirito che la accompagna:”L’ambiente dei territori in cui operiamo sono stupendi sia dal punto di vista turistico che culturale. La voglia di fotografare il bello c’è sempre e trovare i particolari mi entusiasma. Ho aderito con entusiasmo a questo intervento. Questo è un primo passo e un segno di unità dell’azienda a 360 gradi per inserimento nel territorio in cui operiamo”.

Più informazioni
commenta