Quantcast

Finisce il blocco in frontiera, da domani si torna in Svizzera. E ok agli acquisti in Italia foto

Giornata importante dopo uno stop durato mesi. Si torna a circolare, apre anche il valico Valmara

La Svizzera riapre domani le frontiere con tutti gli Stati membri dell’UE, dell’AELS e col Regno Unito. Chiunque può quindi viaggiare all’estero, ma deve rispettare le norme igieniche del paese in cui si trova. La novità riguarda anche i comaschi non frontalieri che da domani possono passare la frontiera senza problemi dopo tre mesi di stop per l’emergenza sanitaria. Va ricordato che in tutta la LOmbardia la mascherina resta obbligatoria per tutti almeno fino a fine mese.

Altra novità da domani: la possibilità di fare del turismo degli acquisti è stata ripristinata, mentre i valichi di frontiera che erano stati chiusi saranno riaperti. La riapertura riguarda anche quello della Valmara, da tre mesi bloccato con ripercussioni pesanti per i frontalieri.

Le restrizioni all’ingresso sono già state allentate lo scorso 16 maggio tra Germania, Austria e Svizzera. Le coppie transfrontaliere possono ora attraversare di nuovo il confine. È anche possibile visitare la famiglia, partecipare a un matrimonio o a un funerale, godersi la loro seconda casa o il loro appezzamento di terreno. L’Italia aveva deciso unilateralmente di abolire le restrizioni all’ingresso per gli europei il 3 giugno. La Svizzera, tuttavia, lo ha ritenuto prematuro.