Quantcast

A Cernobbio: pubblico e privato uniti per la ripartenza anche della musica dal vivo e gli spettacoli

Questi giorni di pioggia hanno temporaneamente raffreddato la voglia di stare all’aria aperta e ritrovarsi tra amici. Non stiamo parlando di “movida” con tutto quello che questa parola si porta dietro negli ultimi tempi, ma della, legittima, “voglia d’estate” e della sua appropriata colonna sonora fatta di concerti e spettacoli dal vivo ad animare piazze e suggestivi spazi urbani e naturali come parchi e giardini. Si può fare anche in epoca Covid, con le dovute precauzioni e con il buon senso di tutti, si può fare.

Mentre a Como non si sente ronzare una mosca in tal senso, il Comune di Cernobbio sta lavorando affinché, a partire dai primi giorni di luglio, micro-spettacoli e piccoli concerti animino le zone adiacenti ai ristoranti e ai bar, in contesti idonei al contingentamento e al pieno rispetto delle normative di sicurezza.

musica cernobbio

Se fossimo stati in un altro periodo storico, per spettacoli e concerti avremmo sicuramente deciso di valorizzare tutt’altro tipo di location, approfittando degli innumerevoli spazi del nostro territorio che avrebbero potuto fungere da preziosa cornice per i nostri eventi. Per rispettare tutte le normative vigenti, però, – continua il Sindaco di Cernobbio Matteo Monti – siamo pienamente consapevoli che alcuni spazi sono difficilmente utilizzabili: per questo motivo, e soprattutto per aiutare gli esercenti in questo momento difficile, abbiamo deciso di sposare l’idea di Music For Green Events.

Music For Green dell’organizzatore di eventi Lele Gambardella si è specializzata da tempo in concerti a basso impatto, una modalità che ben si adatta alle disposizioni attuali in materia di sicurezza, inoltre l’esperienza e il rapporto fiduciario che Gambardella ha consolidato nei confronti degli esercenti e dei musicisti garantisce il rapporto tra amministrazione, commercianti e artisti. “Sarà fondamentale la collaborazione con le associazioni, i cittadini e gli operatori commerciali e turistici” sottolinea l’Assessore al Marketing Territoriale Mario Della Torre.

Stiamo riflettendo, inoltre, – aggiunge Maria Angela Ferradini Assessore alla Cultura di Cernobbio – su altre piccole aree, anche nelle frazioni, adatte ad accogliere veri e propri live show rigorosamente a numero chiuso ed esclusivamente su prenotazione. 

Il Sindaco Matteo Monti, si dice propenso a fare di tutto affinché il suo pittoresco comune torni ad essere vissuto come prima di questa situazione di emergenza, seppur con vincoli e regole diverse, nel rigoroso rispetto dei decreti che regolamenteranno i mesi a venire.

musica cernobbio

Il messaggio del Sindaco – aggiunge Gabriele Gambardella, presidente di Music For Green Events – è straordinariamente positivo, in quanto in questa fase in cui annullamenti di eventi sono all’ordine del giorno, ci riempie il cuore un’amministrazione che si dice pronta a ripartire con grande slancio. Noi metteremo a disposizione tutta la nostra competenza affinché si riesca ad avere in tempi utili un cartellone ricco di iniziative, per dare un’opportunità concreta agli innumerevoli operatori del nostro settore.

La sinergia tra pubblico e privato sarà la chiave per riaccendere il motore dello spettacolo e dell’intrattenimento: l’unione di intenti è, in questo momento più che mai, fondamentale. Includere gli esercenti del territorio nelle manifestazioni è da sempre prerogativa di Music For Green, che ora è pronta a rimettersi in gioco, forte dell’esperienza acquisita negli anni con rassegne e programmi dedicati alla divulgazione della musica dal vivo di alta qualità.

Dopo le nubi ritornerà un po di sole…a Cernobbio. Tempo incerto tendente al brutto da altre parti