Il dramma dei possibili positivi: in auto a fare il tampone, la nostra presa diretta fotogallery

Vi facciamo vedere come avviene il test: in pochi secondi il medico preleva un campione, la persona resta in auto.

Tante proteste su come fare i tamponi. Chi ti contatta, quando te li fanno. Come li fanno e sopratutto a chi. Oggi siamo andati a verificare direttamente alla postazione di Ats Insubria – gestita dai volontari e non di Lariosoccorso – ad Erba. Un percorso ben stabilito, delimitato dalle transenne e che porta ogni giorno almeno 50/60 persone ad essere sottoposte al temuto – ,a in qualche caso anche atteso – tampone. Il test in sè dura pochissimi secondi. Qui sopra la nostra presa diretta. La persona che si sottopone al tampone non scende dall’auto, il medico si avvicina – con ogni protezione possibile – e preleva piccole quantità di campione per capire se c’è positività o meno al Covid 19. Ovviamente sono ore poi di febbrile attesa in attesa del responso: positivo o negativo ?

Il tampone alla tenda di Ats Insubria di Lariosoccorso Erba

La postazione di Erba, gestita da Lariosoccorso, vede la presenza di volontari, ma anche una quarantina (a rotazione) tra medici, pediatri e odontoiatri dell’Ordine provinciale che hanno aderito alla richiesta di Ats stessa di fare gli esami ai pazienti sospetti Covid. I loro arrivi, in auto, regolate da procedure precise e stabile: primo screening da parte della Protezione civile che verifica i dati anagrafici. Poi si procede con il resto in pochissimi secondi. Un minuto al massimo da quando ai arriva in postazione a quando il medico ti dice che puoi andare. Molti incrociano le dita, sperano che il tampone possa dare esito negativo.

 

Oltre alla postazione di Erba c’è una anche a Como (via Castelnuovo, già attivata da settimane) e pienamente operativa con le stesse modalità. Va precisato che non si può accedere liberamente, ma solo su appuntamento precedentemente stabilito. E’ Ats Insubria ad invitare le persone a fare il test dopo le segnalazioni dei rispettivi medici di base che hanno evidenziato possibili criticità o contatti con persone già contagiate in precedenza.