Una notte di ricerche, l’escursionista svizzero è stato trovato morto in un burrone foto

Arriva la conferma anche da pompieri e soccorso alpino. Il corpo in zona scoscesa. Era uscito ieri per una passeggiata.

La conferma arriva in queste ore dal comando provinciale dei vigili del fuoco che da ieri sera si sono attivati per le ricerche. L’escursionista ticinese che era disperso da ieri è stato trovato morto stamane attorno alle 8 in un sentiero in zona svizzera a poca distanza dalla vetta della Sighignola a Lanzo. Era uscito per un’escursione a piedi  – tra la Valle d’Intelvi ed il Ticino – ma non ha mai fatto rientro a casa. Così nella serata di ieri è stato lanciato l’allarme da parte dei suoi congiunti – nel canton Lucerna – e sono subito iniziate le ricerche. Hanno preso parte anche pompieri e soccorso alpino in zona comasca.

 

I soccorsi si sono mobilitati sia sul fronte ticinese che su quello italiano – la montagna si trova tra Arogno, Lugano e Lanzo d’Intelvi -, con il Soccorso alpino, pompieri un elicottero della Rega e la polizia. Le ricerche si sono concluse stamane. Il corpo dell’uomo è stato trovato in un burrone: è precipitato in una zona molto impervia. Per il recupero l’elicottero della Rega.