Sport lariano fermo anche ad aprile: chi è già in vacanza e chi vive nell’incertezza foto

Stop definitivo per basket, volley e rugby. Il calcio non sa come riprendere, stessa cosa per la pallanuoto

A che punto siamo ? Nel senso che l’emergenza Coronavirus ha messo in secondo piano anche lo sport lariano, fermo da diverse settimane ed ancora bloccato anche ad aprile per chi non ha ancora deciso lo stop dell’attività. Il punto della situazione ad oggi è il seguente.

 

CHI SI E’ GIA’ FERMATO

Il Rugby Como con la Federazione che ha optato per la sospensione dell’attività di questa stagione. Tutto rimandato alla prossima. E poi il basket maschile (serie A1) con Cantù che si ferma a metà stagione, dopo aver rimandato in fretta e furia la grande festa dell’orgoglio biancoblù che era stata prevista per l’8 marzo a Desio. Non solo la massima serie, ma anche tutte le categorie inferiori sono state fermate in modo definitivo., E poi anche il volley, maschile e femminile. Dalla serie A2 maschile (con la Libertas Cantù) alla B1 donne (Tecnoteam Albese): campionato annullati senza promozioni o retrocessioni. Tutto rimandato di qualche mese. Anche le giovanili si sono dovute fermare da settimane. Riposo forzato che prosegue.

 

CHI E’ ANCORA IN DUBBIO

Il calcio per primo. Non solo la serie A, ma anche la C con il Como che aspetta di capire se e come poter tornare in campo: difficile la prospettiva, ma nessuno si è ancora pronunciato. Stessa cosa per i dilettanti e il calcio femminile con Acf Como del presidente Verga. Tutto resta in alto mare in attesa della parola definitiva della Federazione.

In stand-by anche il mondo della pallanuoto (maschile e femminile, Comonuoto e Pallanuoto Como). La loro stagione, iniziata tra novembre e gennaio, è in forte dubbio. Intanto sospesi tutti gli allenamenti fino al termine di aprile, poi si aspetta il verdetto della Federazione. Facile prevedere anche qui uno slittamento alla nuova stagione senza alcuna assegnazione.