Erba, emergenza sanitaria e richieste di aiuto del sindaco e del Fatebenefratelli foto

Il primo cittadino sollecita misure urgenti. Stessa cosa del responsabile della struttura: farmaci e protezioni

Più informazioni su

Lettera aperta e richiesta di aiuto ai vertici della sanità della regione e della provincia da parte del sindaco di Erba Veronica Airoldi. Oggetto l’emergenza Covid 19. Il primo cittadino si rivolge loro con “crescente preoccupazione per l’andamento della situazione” sul territorio erbese. E chiede aiuti e protezioni adeguate per i medici in prima linea, in particolare però la Airoldi si sofferma è il protocollo destinato al personale sanitario, delle Residenze socio assistenziali e dei medici di base. “Non garantiscono la massima sicurezza per loro” dice il sindaco che sollecita Fontana, Gallera, ma anche il presidente del consiglio regionale Fermi ed i vertici lariani a fare qualcosa di urgente e concreto.

 

Ed oggi anche una lettera al Governo e alle Regioni da parte di Nicola Spada, direttore generale della rete Fatebenefratelli nella quale è compreso anche l’ospedale di Erba. Sollecita maggiore attenzione: “Abbiamo aperto ovunque le nostre strutture ai pazienti Covid-19 come richiesto dai diversi Servizi Sanitari Regionali, ma non siamo più in grado di reggere oltre senza un concreto supporto sul fronte degli approvvigionamenti dei farmaci e dei DPI necessari a proteggere i nostri pazienti e il nostro personale. Chiediamo pertanto alle Istituzioni di operare affinché le nostre strutture, al pari di tutte quelle che erogano un pubblico servizio in un momento così delicato, vengano rifornite dei necessari supporti”.

 

 

Più informazioni su