Emergenza Coronovirus, confermato dal Mef il contributo di 600 euro per gli Agenti di Commercio

Più informazioni su

    «È confermato, anche gli agenti di commercio potranno richiedere il contributo di 600 euro previsto dal Decreto “Cura Italia” a sostegno delle partite iva – ha dichiarato il segretario di Fnaarc Como e membro del Consiglio Nazionale Fnaarc, Andrea Pizzi – lo scorso 18 marzo, infatti, Fnaarc Nazionale, la più grande e rappresentativa associazione di agenti di commercio in Italia, ha inviato una richiesta di chiarimento al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in merito all’effettiva possibilità, da parte degli agenti di commercio, di accedere all’incentivo di 600 euro previsto dal decreto “Cura Italia”. Il 21 marzo, è arrivata la tanto attesa risposta positiva dal sottosegretario all’economia Cecilia Guerra».

    Fnaarc, attiva da 70 anni nella tutela degli agenti di commercio, è presente nella Provincia di Como con i propri uffici presso la sede centrale di Confcommercio, in via Ballarini 12 a Como, ed in tutte le delegazioni di Cantù, Erba, Menaggio, Mariano Comense e Bulgarograsso.

    «Grazie all’impegno del Presidente Nazionale Alberto Petranzan nel CdA Enasarco – ha proseguito Pizzi – sono stati stanziati 8,4 milioni di euro dall’ente di previdenza a sostegno degli agenti colpiti dal Coronavirus e delle loro famiglie. La categoria è stata fortemente danneggiata da questa emergenza, Fnaarc si sta muovendo per far avere ogni concreto aiuto possibile agli Agenti e dare loro il massimo supporto».

    Gli uffici Fnaarc – Confcommercio Como sono a disposizione, in modalità smart working, per le pratiche di richiesta del contributo e sono contestabili al numero 031/2441 o scrivendo una mail all’indirizzo fnaarccomo@confcommerciocomo.it.

    Più informazioni su