Lo sport lariano sotto choc: Rugani positivo, in isolamento anche la Vuelle Pesaro foto

Le parole del difensore della Juventus. Campionati sempre più a rischio. Le nostre società tutte a riposo.

Anche lo sport piomba nell’incubo del Coronavirus. Perchè nessuno può essere ritenuto immune dal contagio. E così ecco le prime dichiarazioni del difensore della Juventus Daniele Rugani, uno degli sportivi risultati positivi al Covid-19 dopo un tampone. Un post che Daniele ha scritto stamane sulla sua pagina di Facebook

 

Avrete letto la notizia e per questo ci tengo a tranquillizzare tutti coloro che si stanno preoccupando per me, sto bene.
In questo momento però sento ancora di più il dovere di ringraziare tutti i medici e gli infermieri che stanno lottando negli ospedali per fronteggiare questa emergenza.
Invito tutti a rispettare le regole, perché questo virus non fa distinzioni! Facciamolo per noi stessi, per i nostri cari e per chi ci circonda.
#grazie

 

 

Non solo Rugani, ma anche due tesserati della Vuelle Pesaro (basket maschile A1) positivi ai controlli. Squadra in isolamento come pure la Juventus e l’Inter, avversaria domenica dei bianconeri nella gara a porte chiuse. La gara della Juve di settimana scorsa – ritorno degli ottavi di finale di Champions – a forte rischio. Il presidente di Pesaro, Ario Coista, precisa in una nota che i due positivi non sono nè atleti nè componenti dello staff tecnico della squadra che gioca nello stesso campionato della Pallacanestro Cantù.

 

 

Questi episodi rendono oltremodo difficile poter pensare a come si potrà riprendere la stagione agonistica di tutte le discipline. Anche Como (serie C) e le ragazze Acf Como vicine con il pensiero al bravo e forte difensore della Juventus in questo momento. I ragazzi di banchini – come pure le componenti della formazione di serie C donne – stanno lavorando a casa. Incertezza anche per il campionato di basket: la Pallacanestro Cantù aspetta di capire come e in che modo ripartire con gli allenamenti. Fermo il volley maschile (LIbertas Cantù) e quello femminile (Tecnoteam Albese), ma anche pèallanuoto con Comonuoto e Pallanuoto Como. I tesserati stanno lavorando da casa su indicazioni dello staff tecnico in attesa di poter ripartire con le partite. Ma su quando si torna in campo o in vasca – per la pallanuoto – è un grosso rebus ora come ora.