Il caso

Cernobbio, la ex maestra del nido all’attacco: niente maltrattamenti e fa il ricorso

Il suo legale presenta appello a Milano e contesta la costituzione del Comune come parte civile.

Dopo essere tornata in libertà – decisione del giudice di Como che l’ha condannata in primo grado – l’ormai ex maestra dell’asilop nido di Cernobbio condannata a 4 anni per maltrattamenti su alcuni bambini passa all’attacco.E tramite il suo legale presenta ricorso in Corte d’Appello a Milano contro la sentenza di Como. Per il legale non ci sono stati maltrattamenti, ma solo atteggiamenti sopra le righe in qualche caso. Niente altro.

 

La maestra è stata condannata con rito Abbreviato. Sei le parti civili tra cui il Comune di Cernobbio e proprio il legale contesta questa costituzione del Comune, di fatto datore di lavoro dell’insegnante. Udienza a Milano non ancora fissata. La ex educatrice, come detto, tornata libera dopo quasi un anno di arresti domiciliari. La donna è stata sospesa dal servizio dal Comune.

 

 

Più informazioni
leggi anche
carcere del bassone di como esterno
La paura
Maltrattamenti ed atti persecutori alle ex: due mariti in carcere in poche ore
commenta