Al Teatro Sociale di Como omaggio a Bruno Maderna

Al Teatro Sociale di Como omaggio a Bruno Maderna

 &nbsp

Quinto e terzultimo appuntamento della rassegna Camera con Musica, domenica 16 febbraio, ore 11.00, presso la sala bianca del Teatro Sociale di Como / AsLiCo, un omaggio a Bruno Maderna, per il primo centenario dalla nascita (Venezia, 21 aprile 1920 – Darmstadt, 13 novembre 1973) e al tema della stagione 2019/20, Tutta colpa della Luna, in collaborazione con il Conservatorio Giuseppe Verdi di Como, che ha strutturato un programma ricco di evocazioni: a partire dall’incipit letteraria a ricordare il genio di Giacomo Leopardi, a seguire un’alternanza di improvvisazioni tratte dalla partitura Serenata per un Satellite di Bruno Maderna, a riferimenti importanti nella nostra memoria musicale (da O falce di luna calante, di Francesco Paolo Tosti su versi di Gabriele D’Annunzio, al celebre Clair de lune di Claude Debussy, a Der kranke Mond, dal Pierrot Lunaire di Arnold Schönberg), a nuove composizioni, frutto delle classi di Composizione del Conservatorio di Como, che verranno eseguite in prima assoluta dall’Ensemble Laboratorio: Satellite per una serenata, per flauto, oboe, clarinetto, chitarra, arpa, violino di Federico Riva; Gold Moon, trio per Flauto, clarinetto, violino di Antonello Rizzella; Mars’ Moons, trio per clarinetto, violino, chitarra di Caterina Calderoni; Shadows in the mist, trio per oboe, clarinetto, chitarra di Victor Gordo; SER (è nata) per flauto, oboe, clarinetto, chitarra, arpa, violino di Vittorio Zago.

&nbsp

Tutta colpa della Luna, fil rouge della Stagione 2019/20 del Teatro Sociale di Como-AsLiCo, ha suggerito di porre ad incipit del concerto una delle liriche più celebri di Giacomo Leopardi, Alla Luna, ad introdurre un programma, che prevede la prima esecuzione assoluta di tre Trii dedicati “alla Luna”.

Il 2020 è anno ricco di anniversari e suggestioni, che il Conservatorio Giuseppe Verdi di Como è lieto di offrire al Teatro, in più di un’occasione: oltre Alla Luna di Leopardi (scritta intorno al 1820, quindi esattamente 2 secoli or sono), Beethoven (protagonista in un concerto il prossimo 2 maggio con la Filarmonica del Conservatorio), di cui si ricordano i 250 anni dalla nascita (1770 – 1827), Arturo Benedetti Michelangeli (100° anniversario della nascita, il prossimo 19 aprile) e Bruno Maderna, di cui ricorre sempre il centenario dalla nascita, in questo concerto presente con Serenata per un satellite.

Scritta nel 1969, in occasione del lancio del satellite europeo ESTRO I dall’isola di Vandemberg nell’Oceano Pacifico, per lo studio dei fenomeni connessi alle aurore boreali, Serenata per un Satellite rappresenta l’apice lirico e formale della ricerca aleatoria di Bruno Maderna.

La partitura, dedicata al fisico torinese Umberto Montalenti, che aveva progettato e coordinato il lancio del satellite, si presenta come un “reticolato di righi musicali, obliqui, ricurvi, di frammenti da montare liberamente, ma notati con indicazioni esecutive molto precise” (Gianluigi Mattietti). Le esecuzioni di Serenata per un satellite attraversano l’intero programma odierno, nella classica veste di improvvisazioni, ricavate dall’unica pagina che costituisce la partitura e con due versioni appositamente scritte per questa occasione, Satellite per una Serenata e SER, in apertura e chiusura, quali ideali sipari del concerto.

Satelliti per la Serenata di Maderna, oltre ai Trii, a Leopardi, alle versioni non improvvisate della stessa partitura, accolgono ulteriori opere musicali dedicate alla Luna, che ne hanno saputo cogliere influenza, attrattiva e fascino. Dunque… “Tutta colpa della Luna!”.

Il concerto è come sempre preceduto, a partire dalle 10.30, da una degustazione di tè e biscotti, offerta da Peter’s Tea House Como, in armonia con il programma musicale; la partnership tra il Teatro Sociale di Como/ AsLiCo e la prestigiosa azienda di tè si rafforza, per offrire al pubblico un’experience sempre nuova, un’unione a legare la musica, ed il repertorio da camera, al profumo di infusi sempre diversi.

&nbsp

Satelliti per una serenata

Musiche di Bruno Maderna e delle classi di Composizione del Conservatorio di Como

con Ensemble Laboratorio del Conservatorio Giuseppe Verdi di Como

in collaborazione con il Conservatorio Giuseppe Verdi di Como

in occasione del centenario dalla nascita di Bruno Maderna

(Venezia, 21 aprile 1920 – Darmstadt, 13 novembre 1973)